Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Log in
A+ A A-

Pompei, la Discesa del Quadro. I Fedeli attendono il rito del Bacio

  • Published in Appuntamenti

Lunedì 13 ritorna il tradizionale appuntamento che celebra l’arrivo del Quadro nella terra dove il Beato Bartolo Longo fondò la nuova Città

Discesa quadro 2017 300«Sono particolarmente lieto di accogliervi a Pompei nel santuario della fede e della carità, a trentasette anni dalla beatificazione del nostro fondatore e nel giorno in cui celebriamo il 142° anniversario dell’arrivo della sacra icona della Vergine del Rosario». Così l’Arcivescovo Tommaso Caputo scrive in un messaggio rivolto ai fedeli che, il 13 novembre, giungeranno a Pompei per partecipare al tradizionale appuntamento della Discesa del Quadro, giorno in cui la Tela sacra custodita nella Basilica mariana viene fatta scendere dal Trono e posta davanti all’altare per la venerazione diretta dei fedeli.

Quella del 13 novembre è una ricorrenza molto importante per la città mariana, in questo giorno si ricorda, infatti, l’arrivo dell’icona della Madonna del Rosario giunta, nel 1875, da Napoli a Pompei su un carro di letame, guidato dal carrettiere Angelo Tortora, al quale il Beato Bartolo Longo aveva affidato la tela avuta in regalo da Suor Concetta de Litala del Convento del Rosario a Porta Medina a Napoli. Questa viene considerata la vera data di nascita della Nuova Pompei.

In questo giorno, migliaia di devoti si recano qui in pellegrinaggio per baciarLa. La tela resta davanti all’Altare per l’intera giornata e viene ricollocata sul Trono solo quando l’ultimo fedele in fila avrà potuto renderLe omaggio. In questo gesto sono racchiuse le attese e le speranza di tutta l’umanità.

La giornata avrà inizio alle 6.00, con la recita del “Buongiorno a Maria”. Poi, ogni fedele potrà accedere alla devozione personale dell’Immagine, dopo aver affrontato il percorso predisposto, accompagnato dal canto e dalla preghiera, animati da sacerdoti, religiosi, religiose e laici.

Le santa Messe saranno celebrate, ogni ora, presso la Sala Luisa Trapani, raggiungibile attraverso il Piazzale San Giovanni XXIII.

La celebrazione eucaristica delle 11.00 sarà presieduta dall’Arcivescovo di Pompei, Monsignor Tommaso Caputo, che, al termine, guiderà i fedeli in processione verso la Basilica per la recita della Supplica a mezzogiorno.

A tarda sera, dopo che anche l’ultimo dei fedeli in fila avrà dato il proprio “bacio” alla Madonna, il Quadro sarà ricollocato sul Trono.

All’iniziativa, come ogni anno, collaboreranno diverse associazioni di volontariato che garantiranno l’assistenza ai pellegrini e la sicurezza del luogo sacro.