Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

  • Categoria: Appuntamenti
  • Visite: 321

Il Terzo Settore protagonista di un convegno alla “Federico II” presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”

Il Terzo Settore protagonista di un convegno alla “Federico II”

A Napoli giovedì e venerdì ricercatori sociali, esperti e operatori riuniti per discutere del futuro dell’innovazione sociale

 

Foto Università di Sociologia Napoli 2016 06 04Giovedì 30 e venerdì 31 marzo, presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, si terrà il convegno dal titolo “Sfide aperte per il Terzo Settore: impatti normativi e sociali, nuove risposte organizzative e innovazione sociale tra Riforma e Covid-19”, una due giorni interamente dedicata al Terzo Settore italiano e al confronto tra ricercatori universitari, attori istituzionali e addetti ai lavori.

Si tratta di un’iniziativa che ambisce a restituire i risultati di un lavoro di ricerca a carattere interdisciplinare, che ha analizzato gli impatti che la pandemia e la riforma del Terzo Settore hanno avuto su un settore sempre più strategico per l’Italia e per lo sviluppo del Mezzogiorno, e a individuare i primi elementi prospettici sul futuro di un settore che sta attraversando una profonda transizione, in termini di sfide, opportunità, criticità.

In un’ottica congiunta di co-costruzione dell’identità e delle prospettive del Terzo Settore, le due giornate sono articolate in diverse sessioni che ruotano su tematiche e aspetti differenti. Nel corso del convegno saranno infatti presentati i primi risultati del programma di ricerca, vincitore del Finanziamento di Ateneo 2020-2023, NORISC-19 “Nuove risposte organizzative, innovazioni e impatti sociali del Covid-19 sul Terzo Settore in Campania”, coordinato da Gabriella Punziano, Mariavittoria Cicellin ed Eugenio Zito del Dipartimento di Scienze Sociali. In tale ambito, una specifica sessione sul valore del dato per il Terzo Settore sarà coordinata dalla sezione di Metodologia dell’Associazione Italiana di Sociologia, coordinata dal Prof. Andrea Salvini dell’Università di Pisa, che si riunisce per il convegno di metà mandato.

A tal proposito, la Prof.ssa Gabriella Punziano, professore associato di Sociologia Generale presso l’Ateneo napoletano, tra gli organizzatori dell’iniziativa, ha dichiarato: “durante il progetto NORISC-19, una fase molto importante e delicata, ma allo stesso tempo complessa, è stata quella di mappare in Campania gli Enti del Terzo Settore. C’è poca omogeneità e ancora grande confusione rispetto ad un cappello molto ampio, quale è quello del Terzo Settore. Il lavoro della Riforma è fondamentale per il riordino e la revisione complessiva della disciplina in materia di governance, civilistica e fiscale, e per definire finalmente il perimetro del Terzo Settore, e quello degli enti che ne fanno parte, in maniera omogenea e organica”.

Nel corso di una specifica sessione sarà invece presentata la proposta di progetto PRIN 2022 PNRR “EFFORTS Enabling Factors Fostering Organizational-change and Reform of the Third Sector”, coordinato da 3 università del Mezzogiorno e finalizzato a comprendere l’importanza della ricerca e della valutazione nel Terzo Settore.

Il convegno si aprirà giovedì mattina con una plenaria introduttiva alla presenza del Magnifico Rettore Prof. Matteo Lorito, dell’Assessore al Welfare del Comune di Napoli Luca Trapanese e dell’Assessore alle Politiche Sociali della Regione Campania Lucia Fortini, con interventi del Professor Stefano Consiglio, Presidente designato di Fondazione con il Sud, Enrica Amaturo, Coordinatrice del Dottorato in Scienze Sociali e Statistiche dell'ateneo Federiciano, il Professor Francesco Pirone, Coordinatore del Corso di Laurea Magistrale in Innovazione sociale dello stesso ateneo, e ancora delegati rappresentanti per CSVNet e Fondazione Terzjus, e si chiuderà il giorno successivo con una tavola rotonda, dedicata alle sfide e all’agenda futura del settore, che vedrà protagonisti gli Enti del Terzo Settore, il cui contributo risulta fondamentale per orientare gli studi, le ricerche e le relative indicazioni di policy.

Su questo specifico aspetto, la prof.ssa Punziano aggiunge: “abbiamo avuto un riscontro prezioso ed entusiasta da parte di numerose realtà che hanno partecipato alle diverse fasi dei nostri progetti, ci hanno concesso interviste, ci hanno permesso di entrare nei loro luoghi ed illustrarci cosa fanno e come lo fanno, nonostante le difficoltà. È evidente che senza questo confronto i nostri studi sul Terzo Settore non avrebbero senso, quindi personalmente gli sono molto grata”.

Informazioni sul convegno.

Il convegno “Sfide aperte per il Terzo Settore: impatti normativi e sociali, nuove risposte organizzative e innovazione sociale tra Riforma e Covid-19” si terrà giovedì 30 (dalle ore 10.30 alle ore 19) e venerdì 31 marzo (dalle ore 9.30 alle ore 13.30) presso la sede del Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, situata in Vico Monte di Pietà, 1, nel Centro Storico di Napoli. Per maggiori informazioni è possibile contattare i responsabili scientifici del Convegno all’indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.