Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Agenda

  • Scritto da Ferdinando Bianco
  • Categoria: Appuntamenti
  • Visite: 731

Tredicesima edizione dell’Ipomea al Negombo di Lacco Ameno d’Ischia

fungoUna piccola perla all'Ipomea di quest'anno nel parco del Negombo di Lacco Ameno d’Ischia, per la tredicesima edizione: il citrus australianensis.
Il frutto, dal nome risonante, può essere considerato l'equivalente vegetale del caviale sia perché ricorda da vicino la granulosità dell’ottimo prodotto, ricavato dalle uova di storione, sia perché ne ripete gli effetti gustativi ed organolettici. Storia abbastanza romantica quella che lega quest’ agrume particolare, al suo padre putativo per l'Italia, infatti ne diffonde la produzione con predilezione, quasi fosse un essere umano ... Il frutto si presenta come un mapo allungato, una sorta di wurstellone verde che contiene tanti granuli simili al caviale, fortemente aromatici e croccanti, piacevoli per la freschezza che danno e per il friccicore che scatenano in bocca. Superato il pericolo costituito dalle spine di c.a. 3 cm che caratterizzano la pianta e che in generale ricorda un mandarancio, si può gustare con piacere tale agrume. con la speranza di renderlo più diffuso in Italia (costerebbe meno )e più fruibile da tanti. Si auspica il suo utilizzo per introdurlo in qualche fantasioso cocktail ed imparare a goderne i notevoli pregi. Trionfo di profumi e colori per un attraente itinerario tra piante esotiche e frutti antichi, questa l’Ipomea del Negombo, dove nel 1947 i duchi Camerini iniziarono a costruire un vasto giardino esotico.

Ferdinando Bianco

  • Scritto da alla redazione
  • Categoria: Appuntamenti
  • Visite: 498

‘Leviathan’, premiato a Cannes e candidato all’Oscar prossimo titolo del Cineforum di Duel e Caserta Film Lab

Martedi 9 alle 20.30 e mercoledì 10 giugno alle 18.15 in via Borsellino a Caserta

LAPILLI leviathan‘Leviathan’, vincitore a Cannes del premio per la miglior sceneggiatura e candidato all’Oscar come miglior film straniero, è un dramma familiare che rispecchia un dramma sociale nella Russia contemporanea. Scritto e diretto da Andrei Zvyagintsev (vincitore del Leone d'oro nel 2003 con "Il ritorno") il film sarà proiettato al Duel Village martedì 9 alle ore 20.30 e mercoledì 10 giugno alle ore 18.15 nell’ambito del Cineforum di Caserta Film Lab. La storia è quella di un meccanico che per scongiurare l'esproprio dai propri terreni da parte di un sindaco potente e corrotto, ingaggia una vera e propria battaglia giudiziaria. Ma la sua lotta sarà impari, e prenderà una piega tragica. Ambientato nella Russia di Putin, Leviathan – vincitore anche di Golden Globe - è una nuova versione dell'ottocentesco "Michael Kohlhaas" di Heinrich von Kleist, prototipo del racconto di ingiustizie che gli umili subiscono da parte del potere. A metà tra thriller e commedia sociale nera, il quarto lungometraggio di Zvyagintsev è carico di suggestioni biblico/filosofiche e mostra di saper scavare nella psicologia dei personaggi.

 

LA TRAMA

Kolja vive in una piccola città sul Mare di Barents, a nord della Russia. Gestisce un garage vicino alla casa dove vive con la sua giovane moglie e il figlio Lylia Romka, avuto da un precedente matrimonio. Vadim Sergeyich, il sindaco della città, vuole acquistare il terreno, la casa e il garage di Kolja. Ma Kolya non può sopportare l'idea di perdere tutto ciò che possiede, non solo la terra, ma anche la bellezza che lo circonda fin dalla nascita. Poi Vadim Sergeyich diventa più aggressivo ...

IL TRAILER
https://www.youtube.com/watch?v=TAwf4StpFVc