Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Agenda

  • Scritto da alla redazione
  • Categoria: Appuntamenti
  • Visite: 503

Al Nostos Teatro di Aversa, OUT della compagnia UNTERWASSER

LAPILLI OUT1In scena sabato 6 e domenica 7 febbraio 2016, “OUT”, della compagnia UnterWasser, è il quarto appuntamento della rassegna “Approdi” 2015/2016 del Nostos Teatro di Aversa, diretto da Giovanni Granatina, Gina Oliva e Dimitri Tetta.

Definito "uno spettacolo bello e poetico, dove l'arte del teatro di figura può agevolmente uscire dalla tradizione per incamminarsi, come il bimbo protagonista della storia, verso nuovi orizzonti" -M.Bianchi, EOLO -, OUT è il viaggio di iniziazione e formazione di un bambino che viene e-ducato (dal latino educere) cioè condotto fuori dalla sua casa, metafora delle sue certezze, e messo in relazione col mondo e con i suoi inevitabili contrasti. Il protagonista vive in un universo rassicurante, fatto di bianchi e di grigi, ha un petto-gabbia, dove tiene rinchiuso il suo cuore-uccellino, per paura che possa ferirsi o smarrirsi. Un giorno, però, il suo cuore decide di fuggire, costringendo il bambino ad uscire di casa per cercarlo.

OUT parla del passaggio dalla chiusura emotiva all’abbattimento delle barriere create da noi stessi per sentirci “al sicuro”. Questo tema è legato soprattutto al percorso di definizione della personalità che caratterizza il periodo di passaggio dall’infanzia all’adolescenza e ritorna continuamente, a diversi livelli e con diverse intensità, nel corso della vita di ognuno di noi.

OUT è uno spettacolo muto e visuale la cui estetica trae ispirazione da artisti come Mondrian, Calder, Rotkho, Folon, Steinberg, Escher. Utilizza la musica, i suoni e le onomatopee come amplificatori del sentimento e del significato. Il linguaggio poetico delle diverse tecniche utilizzate trasporta il pubblico in una dimensione onirica, trasmettendo il suo messaggio universale attraverso l’uso di archetipi.

La compagnia UnterWasser (“sott’acqua”) è un bacino di ricerca teatrale dove si indagano le potenzialità poetiche, evocative e comunicative del teatro di figura.

Sott’ acqua è il fondale, con le sue meraviglie nascoste che creano stupore.

Lavoriamo per condividere l’esperienza dell’incantamento, per noi irrinunciabile, attraverso la ricerca di un’estetica raffinata, frutto di un accurato studio sui materiali e sulle tecniche.

Sott’ acqua è anche oscuro, profondo, denso.

Profondi sono i temi che ci domandano di essere scandagliati e portati alla luce.                                                                           

Sott’ acqua la voce non ha lingua, le parole diventano suono e i significati si colgono con gli occhi.

Ricerchiamo un teatro visuale, universale, silente.

Sotto l’acqua è l’onirico, il mondo del simbolo, il mito, l’utopia.

Per attingervi occorre infrangere lo specchio della superficie e immergersi.

UnterWasser è un gruppo fondato nel 2014 da Valeria Bianchi, Aurora Buzzetti e Giulia De Canio.

OUT

Compagnia UnterWasser

Con: Valeria Bianchi, Aurora Buzzetti, Stefan Andrei Balan

Ideazione, drammaturgia, regia, costruzione pupazzi, scene, costumi, suoni: Valeria Bianchi, Aurora Buzzetti, Giulia De Canio

Finalista Premio SCENARIOinfanzia2014, MENZIONE SPECIALE OSSERVATORIO STUDENTESCO.

Selezione Visionari Kilowatt Festival 2015.

Trailer ---> https://vimeo.com/128432380

Sabato 6 febbraio 2016 ore 21,00

Domenica 7 febbraio 2016 ore 20,00

Nostos Teatro

Viale J. F. Kennedy, 137, trav. Brodolini, 6

81031 - Aversa (CE)

Info e Prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Tel. 081 19 169 357 Cel. 389 24 714 39

  • Scritto da alla redazione
  • Categoria: Appuntamenti
  • Visite: 384

Gioco d’azzardo. Lo scrittore Raffaele Lauro parlerà, a Roma, agli studenti del Liceo classico statale “Giulio Gesare”,

Foto Raffaele Lauro 1Venerdì 19 febbraio 2016, a Roma, lo scrittore Raffaele Lauro terrà agli studenti del Liceo Classico Statale “Giulio Cesare”, presso la sede di Corso Trieste, 48, alle ore 11.00, una conversazione-dibattito sul tema: “La piaga sociale del gioco d’azzardo, una minaccia per le famiglie e per le giovani generazioni. Le gravi responsabilità della politica”. Lauro, già commissario straordinario del governo per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura (Governo Prodi, 2006-2008), nel corso del suo mandato parlamentare della XVI legislatura (2008-2013), ha combattuto, nell’aula del Senato, nelle commissioni parlamentari e, in particolare, nella commissione antimafia, una durissima battaglia contro la dilagante tragedia sociale del gioco d’azzardo e per una regolamentazione severa del settore, con particolare riferimento alla tutela dei giovani e alla cura dei giocatori patologici. In questo settore criminogeno, inquinato dalla criminalità organizzata, sono coinvolti 16 milioni di italiani, dei quali, circa 1 milione, sono giovanissimi, tra i 10 e i 17 anni. Senza contare il settore del gioco d’azzardo clandestino, dominato direttamente dalla criminalità organizzata, in particolare dalla ‘ndrangheta. La battaglia di Lauro è stata documentata, l’anno scorso, dal film “Vivere alla grande”, del regista pugliese, Fabio Leli, presentato al Film Festival Locarno 2015. “L’invito degli studenti di uno dei più prestigiosi licei italiani rappresenta un segnale positivo di presa di coscienza su questa drammatica emergenza, ignorata colpevolmente dai media e sottaciuta, altrettanto colpevolmente, dai governi e dai parlamenti, che si sono succeduti, negli ultimi quindici anni, in un crescendo di decisioni scellerate. L’Italia ha, oggi, rispetto all’Europa e al mondo, un tristissimo e sconvolgente primato, che sta flagellando le famiglie meno abbienti e ampliando l’area della povertà, con seri rischi di disgregazione sociale”.

Altri articoli...

  1. Napoli. I prossimi eventi alla Saletta dello Spazio Guida in Via Bisignano, 11
  2. Sorrento rende omaggio a Lucio Dalla anche nel quarto anniversario (1 marzo 2012/1 marzo 2016) della scomparsa del suo cittadino onorario.
  3. Pozzuoli. Per gli appassionati di instagram un instameet al Rione Terra
  4. Al Liceo “A. Diaz” di Ottaviano, Memoria della Shoah 2016 e Vesuvinform Ottaviano
  5. Cetara - Giornate della Memoria
  6. Premio MISS CHEF®-IV° edizione
  7. Somma Vesuviana. All'Istituto Montessori si celebra il “Giorno della Memoria”
  8. Parte Miss Chef 2016
  9. 27/01/2016 - Giorno della Memoria "l'orologio di Monaco"
  10. Per la prima volta a Napoli live “Il Tridente”
  11. Il 37° Sigep apre a Rimini Fiera
  12. Ebola, al Duel in anteprima la proiezione di ‘Killa Dizez’
  13. Al Centro Teatro Spazio, Festa di compleanno di Angela Matassa e Giovanna Castellano
  14. Al Museo del Sottosuolo di Napoli, Lalla Esposito e i consueti appuntamenti con "L'Inferno", il Munaciello e il ritorno delle bolle di Alfonso Aversa
  15. Ottaviano. Chiesa del SS. Rosario Premiazione della XXI Mostra – Concorso “Il più bel presepe”
  16. Il Museo del Tessile e dell’Abbigliamento Elena Aldobrandini
  17. Al via la decima edizione della rassegna “Incontri a scuola con Autori”
  18. Traspo Day, la Bussola del Mediterraneo
  19. Natale a Piano di Sorrento: divertimento e solidarieta'
  20. Al Nostos Teatro di Aversa, ASSENTI PER SEMPRE un monologo a due voci sui desaparecidos argentini
  21. Peppe Barra al Teatro Delle Rose con un classico della tradizione natalizia napoletana “La cantata dei pastori”
  22. La Befana al Museo del Sottosuolo di Napoli con lo show delle bolle di sapone. Domenica 10 gennaio, spazio al teatro con “Eva Hitler” di Riccardo Citro
  23. Prima edizione di “Natale con Noi” dell’associazione di promozione sociale “Il Piennolo”
  24. “Christmas Concert 2015” con PASTOR RON GOSPEL SHOW
  25. Napoli. "VERTIGINI DI COLORE" di Antonio Spagnuolo