Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Log in
A+ A A-

Cronaca

Napoli merita una sua Cinecittà. È il coro unanime emerso dal “Sabato delle Idee”

LAPILLI tavoloNapoli merita una sua Cinecittà. È il coro unanime emerso dal “Sabato delle Idee” ospitato stamane dall’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli e dedicato al “Cinema Di e Da Napoli”.  

Il cinema come risorsa per lo sviluppo economico della città era la bussola della riflessione promossa dal pensatoio fondato dallo scienziato Marco Salvatore che mette insieme alcune delle eccellenze accademiche, culturali e scientifiche della città di Napoli. E proprio Marco Salvatore in apertura della discussione, coordinata dal presidente della Film Commission della Regione Campania, Valerio Caprara, ha lanciato la prima idea: “un investimento sul cinema che parta innanzitutto dalle infrastrutture con la creazione di un Polo industriale specificamente dedicato al cinema”. Perché, ha spiegato Salvatore, “questo grande patrimonio di creatività che sta portando il cinema napoletano ai grandi successi nazionali ed internazionali di questi ultimi anni deve diventare un sistema produttivo razionalizzato e coordinato che, sfruttando le grandi

opportunità che il governo intende offrire agli investimenti infrastrutturali nel Mezzogiorno, realizzi un sistema integrato di nuove infrastrutture ad alta vocazione tecnologica che lavorino nel solco del disegno legislativo che la Regione Campania ha tracciato con un importante intervento normativo e finanziario sul cinema”.

Un tavolo tecnico progettuale con il coordinamento della Film Commission

Una proposta che Salvatore ha stimolato la Film Commission ad approfondire con la creazione di un tavolo tecnico-progettuale e che è stata subito raccolta dal Rettore dell’Università Suor Orsola Benincasa, Lucio d’Alessandro e dal direttore generale per la cultura e il turismo della Regione Campania, Rosanna Romano. “Il modello che si sta rilevando vincente con cui abbiamo fondato la nostra Scuola di Cinema e Televisione - ha evidenziato d’Alessandro - ha messo in rete l’alta formazione universitaria con il mondo della produzione cinematografica creando un percorso virtuoso nel quale le idee progettuali che nascono dagli studenti intraprendono immediatamente un percorso di realizzazione produttiva con i grandi network nazionali ed internazionali”. Una rete tra formazione, progettazione e produzione che, secondo d’Alessandro, “dovrebbe costituire un modello anche per il lancio di un grande Polo industriale del cinema”. 

Buone notizie per i giovani arrivano anche dalla Regione Campania che, come ha spiegato Rosanna Romano, illustrando tutti i punti di forza della legge regionale 30/2016 (“Cinema Campania”) ad un anno dalla sua entrata in vigore, “saranno destinatari di un bando della Film Commission dedicato al finanziamento dei migliori percorsi di alta formazione sul cinema”. 

Mediateca e Casa del Cinema: l’intervento di Nicola Giuliano

Dopo l’analisi di Luigi Grispello, presidente della Fondazione Campania dei Festival, sui ‘numeri’ del cinema italiano, la disamina di Rosita Marchese, membro del neonato Consiglio superiore del Cinema, su tutte le novità degli interventi legislativi nazionali sul cinema e l’analisi di Marina Marzotto, presidente dell’Associazione Giovani Produttori Cinematografici sulle opportunità per i giovani under 35, la chiusura dell’incontro è stata affidata agli interventi del regista Gianfranco Pannone, dei docenti di Economia del cinema Ugo di Tullio (Università di Pisa) e Bruno Zambardino (Università di Roma “La Sapienza”) e agli interventi dei produttori cinematografici. Da Luciano Stella ad Angelo Curti. Con il produttore de “La grande bellezza” Nicola Giuliano, direttore della Scuola di Cinema e Televisione del Suor Orsola, che ha rilanciato ulteriormente l’idea di Marco Salvatore. “Innanzitutto è fondamentale la realizzazione della Mediateca annunciata dalla Regione Campania - ha spiegato Giuliano - affinché chi è nato in questa città possa sapere e vedere chi è stato ad esempio Francesco Rosi. Ma serve di più. Una sorta di “Casa del Cinema” che sia un luogo di aggregazione per i giovani dove si possa vedere il cinema che c’è stato, dove si possa tenere viva la memoria cinematografica, che poi è la condizione indispensabile per la formazione di nuove menti e di nuove idee”.

E allora dal tavolo del Sabato delle Idee dedicato al cinema oggi è emerso molto di più di un auspicio per rendere il cinema napoletano un sistema economico produttivo. C’è un percorso preciso per questo. Mediatica, Polo industriale e Casa del Cinema. Se si realizzassero insieme e nello stesso luogo anche Napoli avrebbe la sua Cinecittà. E per quel che produce il cinema napoletano probabilmente non ci sarebbe luogo più adatto di Napoli.

  • Scritto da alla redazione
  • Categoria: Attualità
  • Visite: 4

Museo Duca di Martina nella Villa Floridiana Benessere in Floridiana !

Benessere in Floridiana !

24 -  25 - 26 novembre 2017    

LAPILLI Appunti01Nel Museo e nel Parco un fine settimana dedicato al Benessere per grandi e bambini, conoscendo e praticando antiche e nuove discipline basate su un armonico rapporto tra corpo e mente. I progetti sono promossi dal Polo museale della Campania e coordinati  da Luisa Ambrosio, direttore del Museo. 

Venerdì 24 novembre, ore 16.30, Tribal Jazz. primo incontro rivolto ai bambini della nuova rassegna, Il fascino e l’eleganza nella gestualità, la ritmica e l’esecuzione di particolari movimenti, la simbologia spirituale dei temi collegati alle danze saranno gli elementi delle lezioni al museo. Il nuovo progetto è realizzato da Maria Grazia Sarandrea, danzatrice, coreografa e studiosa di danze etniche.

Sabato 25 novembre, ore 11.00, Yoga per bambini (dai 6 ai 10 anni),si avvale degli stessi strumenti utilizzati per gli adultima con modalità e tempi diversi adattati alla loro età. L’approccio è di tipo ludico e accompagna il bambino nel suo percorso di crescita attraverso lo sviluppo delle sue potenzialità, favorendone flessibilità e creatività.

Domenica 26 novembre, ore 11.00, Gyrokinesis, una disciplina olistica che mette insieme elementi di yoga, danza, nuoto e tai chi, attraverso opportuni movimenti circolari e respiratori, armonizza corpo e  mente, consentendo di migliorare la flessibilità del corpo, di allungarne e potenziarne la muscolatura.

Gyrokinesis e Yoga per bambini  è realizzato da APD White Cloud Studio Napoli, Centro di formazione Gyrokinesis e Gyrotonic.

La partecipazione  alle iniziative è con il biglietto ridotto del museo (2 euro).

Seguono tutte le informazioni dettagliate.

Gyrokinesis e Yoga per bambini

Da ottobre a maggio i visitatori del museo potranno partecipare a una lezione mensile di Gyrokinesis e portare i piccoli ai quattro incontri di Yoga per bambini (dai 6 ai 10 anni), il nuovo progetto è promosso dal Polo museale della Campania con APD White Cloud Studio Napoli, Centro di formazione Gyrokinesis e Gyrotonic

La Gyrokinesis è una disciplina olistica che mette insieme elementi di yoga, danza, nuoto e tai chi, attraverso opportuni movimenti circolari e respiratori, armonizza corpo e  mente, consentendo di migliorare la flessibilità del corpo, di allungarne e potenziarne la muscolatura. Stimola  circolazione, sviluppa la coordinazione e disintossica l’organismo dallo stress quotidiano, donando un senso generale di calma e benessere. Viene praticata con un materassino e uno sgabello basso.

Lo Yoga per bambini si avvale degli stessi strumenti utilizzati per gli adulti ma con modalità e tempi diversi adattati alla loro età. L’approccio è di tipo ludico e accompagna il bambino nel suo percorso di crescita attraverso lo sviluppo delle sue potenzialità, favorendone flessibilità e creatività.

Aiuta a sbloccare le tensioni muscolari e a correggere le posture sbagliate, avvicinando il bambino ad una maggiore consapevolezza del proprio corpo.  Lo yoga rafforza i processi di apprendimento e previene situazioni di disagio e di violenza, favorendo lo sviluppo dell’autostima e del rispetto altrui. Per entrambe le discipline si consiglia di indossare indumenti comodi.

E’ richiesta la prenotazione: tel. 3392851128; mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

In caso di maltempo le lezioni si svolgeranno nel Museo.

Per maggiori informazioni: White Cloud Studio Napoli: 081 19176311; 339 2851128

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  -  https://www.whitecloudstudio-napoli.it

https://www.facebook.com/whitecloudstudionapoli

Prossimi incontri: domenica 17 dicembre 2017 ore 11-12.30 Gyrokinesis\ domenica 21 gennaio 2018 ore 11-12.30 Gyrokinesis

Tribal Jazz. La magia delle danze orientali

ogni ultimo venerdì del mese fino a maggio, ore 16.30-17.30

I visitatori del museo potranno partecipare a una lezione mensile di Tribal Jazz, ogni ultimo venerdì del mese, fino a maggio; il nuovo progetto è promosso dal Polo museale della Campania e realizzato da Maria Grazia Sarandrea, danzatrice, coreografa e studiosa di danze etniche.

Gli incontri sono suddivisi in 6 lezioni per fasce d’età (2 lezioni rivolte ai bambini, 2 dedicate ai ragazzi e 2 per un pubblico adulto) con un unico tema: la magia delle danze orientali.

Il fascino e l’eleganza nella gestualità, la ritmica e l’esecuzione di particolari movimenti, la simbologia spirituale dei temi collegati alle danze saranno gli elementi delle lezioni al museo. Una unione tra le arti visive tesa a stimolare emozioni attraverso la  bellezza dei colori e delle forme artistiche. Si consiglia di indossare indumenti comodi, a piedi nudi o con calzini.

E’ richiesta la prenotazione al seguente numero: 347 6334673

Calendario delle lezioni: 24 novembre (bambini) - 26 gennaio (ragazzi) - 23 febbraio (adulti) - 23 marzo (bambini) -27 aprile (ragazzi) - 25 maggio (adulti)

  • Scritto da alla redazione
  • Categoria: Attualità
  • Visite: 6

Altri articoli...

  1. La Dieta Mediterranea polo attrattivo
  2. Il Cinema DI e DA Napoli
  3. 29° Congresso nazionale della FIC
  4. Concessione del marchio “Reggia di Caserta”
  5. Tornano le visite urologiche gratuite
  6. Pompei, il Grande Progetto all'UNESCO
  7. Cultura, Franceschini, Unesco adotta appello italiano sulla difesa del patrimonio e la promozione del pluralismo culturale
  8. UE, Franceschini: cultura pilastro delle politiche comunitarie
  9. Prevenire per vivere: Fondazione Pro e Arpac insieme contro il tumore della prostata
  10. Alla Pontificia Facoltà di Napoli, sez. San Luigi Iscrizioni aperte al corso annuale di “Religiosità popolare”
  11. Cultura, Mibact fa il punto sull'esperienza dei direttori dei musei autonomi
  12. L’associazione “Prometeo” promuove la cultura con il Festival della cultura europea
  13. Successo di pubblico per la conferenza Homo Ambientalis, di Vincenzo Iorio e organizzata da Alessandro Fedele
  14. Apre a Napoli “A Cammisa”
  15. Apre a Napoli “A Cammisa”. Vera artigianalità sartoriale per l’eleganza
  16. Importante riconoscimento al Liceo Artistico “G.de Chirico”di Torre Annunziata. Gli studenti premiati dal Ministro per la P.I. Fedeli e dal presidente dell’ANAC Raffaele Cantone
  17. Premio Massimo Troisi boom di proposte per il concorso "Migliore Scrittura Comica"
  18. Musei, MIBACT: Grande successo ieri per la Domenica gratuita di novembre
  19. Musei, MIBACT: Grande successo ieri per la Domenica gratuita di novembre
  20. Auguri a Tommaso Gaglione per i suoi 60 anni
  21. Le prime dichiarazioni di Vallini, neo Legato Pontificio delle basiliche papali in Assisi
  22. Turismo, Franceschini lancia il portale dei cammini: uno strumento per viaggiatori e turisti da oggi online www.camminiditalia.it
  23. Turismo, Franceschini: il 2019 sarà l’Anno del turismo lento
  24. MUSEI: Domenica 5 novembre torna l’ingresso gratuito nei musei e luoghi della cultura statali
  25. Unesco, Franceschini: subito componente culturale nelle missioni di pace