Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

  • Categoria: Attualità
  • Visite: 46

Successo a Trecase per la Festa svolta in onore di San Gennaro

Processione San Gennaro 2019 250Una festa particolarmente attesa a Trecase, segnata da importanti momenti religiosi e ricca di appuntamenti ma anche aperta ad alcune novità, quella dei festeggiamenti in onore di San Gennaro, promossi da don Aniello Gargiulo, parroco del Santuario “S. Maria delle Grazie e S. Gennaro”, coadiuvato dalla Comunità parrocchiale e dal Comitato Festa di San Gennaro. Dal 14 al 22 settembre 2019 Trecase, infatti, è stata in festa per onorare ed implorare la protezione di San Gennaro, il Santo patrono di Trecase, amena cittadina alle falde del Vesuvio. A dare lo start al programma sono stati gli appuntamenti religiosi predisposti da don Aniello Gargiulo, parroco del Santuario “S. Maria delle Grazie e S. Gennaro” vivendo con la comunità parrocchiale e la cittadinanza tutta di Trecase momenti intensi di preghiera nella solennità dell’esaltazione della Santa Croce a cinque anni dall’elevazione della chiesa a “Santuario” diocesano di San Gennaro.

Da sabato 14 e fino al 22 settembre, nel periodo dei festeggiamenti, la comunità parrocchiale ed i fedeli si sono raccolti in chiesa per onorare il Santo Patrono dove si sono tenute celebrazioni eucaristiche i vespri con esposizione del SS. Sacramento, la recita del rosario con la partecipazione di numerosi fedeli e la presenza di molti giovani.

Soddisfatto della riuscita della Festa è il parroco del Santuario, don Aniello Gargiulo “Come ogni anno Trecase vive in Comunione e in Fede la ricorrenza dei festeggiamenti in onore di San Gennaro. Ringrazio il Comitato dei festeggiamenti, l’Amministrazione comunale, le Forze dell’Ordine e quanti hanno collaborato alla realizzazione e alla riuscita della festa che ogni anno consente ai cittadini di Trecase di sentirsi parte integrante della comunità. Ringrazio i sacerdoti che si sono succeduti nelle numerose celebrazioni eucaristiche e, in particolare, mons. Gennaro Acampa, Vescovo Ausiliare della Diocesi di Napoli e mons. Antonio Di Donna, Vescovo di Acerra che hanno voluto, con la loro presenza, presiedendo le celebrazioni eucaristiche nei giorni 19 e 21 settembre, far sentire la loro vicinanza alla comunità di Trecase. Da sottolineare, durante i festeggiamenti, anche la presenza di numerosi pellegrini arrivati da altre città alla Parrocchia dedicata a “S. Maria delle Grazie e S. Gennaro”, elevata dal Card. Crescenzio Sepe, Arcivescovo Metropolita di Napoli, a Santuario diocesano il 14 settembre 2014. Devo inoltre sottolineare che quest’anno, per la prima volta, durante i festeggiamenti per San Gennaro, con l’associazione culturale “Prometeo” sono state predisposte visite mediche e consulenze specialistiche gratuite per promuovere la “prevenzione della salute” quale “bene comune”. Anche questa meritoria iniziativa, dal risvolto sociale, ha avuto un riscontro positivo, infatti, dalla comunità è stato già chiesto di poterla ripetere. Desidero sottolineare, inoltre, che non avendo il Santuario un organo a canne mi sono prodigato per acquistare l’organo Ernest Seifert 44/III+P, arrivato al Santuario di Trecase il mese scorso dalla Chiesa cattolica di St. Markus in Ransbach-Baumbach, città della Renania-Palatinato in Germania; nei prossimi mesi tecnici specializzati inizieranno i lavori per la sua installazione. Un ringraziamento sentito desidero farlo all’Arma dei Carabinieri e, in particolare, al Comandante della Legione Carabinieri Campania il Gen. Maurizio Stefanizzi, presente al concerto della “Fanfara del 10°Reggimento Carabinieri Campania” tenutosi domenica 22 settembre, dopo la cerimonia della deposizione di una corona di alloro al monumento dei caduti della Grande Guerra, in Piazza San Gennaro”.

Ben nove, infatti, sono stati i giorni pieni di numerosi appuntamenti in cui ai momenti liturgici si sono alternati anche iniziative civili predisposti, con senso di abnegazione, dal comitato dei festeggiamenti presieduto da Angelo Cirillo. “Come ogni anno il Comitato dei festeggiamenti, di concerto con il nostro parroco don Aniello Gargiulo, sottolinea Angelo Cirillo, presidente del Comitato Festa di San Gennaro, subito dopo i festeggiamenti inizia a lavorare e programmare per l’edizione successiva. Anche quest’anno possiamo ritenerci soddisfatti del successo della festa, grazie a quanti hanno contribuito alla sua riuscita, in particolare agli sponsor che, come ogni anno, ci supportano nella realizzazione del numeroso programma delle iniziative civili. Tra gli eventi e i gruppi musicali che si sono esibiti durante i festeggiamenti ricordo il concerto tenuto dal noto percussionista Tony Esposito e il concerto della Fanfara dei Carabinieri. Gli immancabili fuochi pirotecnici con lo scenografico “Incendio del campanile”, come sempre, chiudono i festeggiamenti. Il momento però più toccante e impregnato di spiritualità rimane la processione dell’immagine del Santo Patrono che viene portata in giro per le vie delle Città e che come sempre vede la partecipazione delle autorità civili e la presenza al seguito di numerosi fedeli. Possiamo, dunque, ritenerci soddisfatti della riuscita della festa e il Comitato già è al lavoro per pensare ad organizzare le iniziative per la prossima Festa del 2020. Come ogni anno, inoltre, rinnovo l’invito a far parte del Comitato Festa di San Gennaro, a quanti volessero contribuire, con nuove idee e nuove proposte, alla realizzazione del programma della festa e a partecipare alle riunioni, per apportare nuove idee e nuove energie. L’invito, ovviamente, è rivolto a tutti comprese le autorità civili e, soprattutto, ai più giovani per poter continuare e mantenere viva a Trecase la tradizione della festa in onore del Santo Patrono”.

Francesco Manca