Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

  • Categoria: Attualità
  • Visite: 137

Un anno di ulteriori successi per l’ADA

Al via nel 2020 la riforma dello Statuto

IMG 0450 250La grande partecipazione di soci, alla cena per lo scambio degli auguri per le prossime festività di fine anno, che annualmente l’ADA (Associazione Direttori d’Albergo) in Campania, attualmente presieduta da Giuseppe Bussetti, che è anche il Direttore del prestigioso Grand Hotel Oriente nel cuore di Napoli organizza, ha confermato la solidarietà che esiste fra i soci di questo sodalizio e la stima che nutrono verso il proprio presidente.

La Cena, ospitata dal Grand Hotel Parker’s a Napoli, altra struttura alberghiera che da un forte lustro alla nostra città per l’accoglienza turistica che opera in modo egregio per tanti motivi, come l’eleganza dei suoi ambienti, due ristoranti uno più singolare e stellato dell’altro, il panorama della città partenopea che è possibile godere a 365 gradi e poi il Direttore Antonio Maiorino, con il suo impegno e savoir faire, ha contribuito a far sì che tutti gli intervenuti potessero andar via con il ricordo di una bellissima serata trascorsa.

Un pomeriggio, quello organizzato da Bussetti, caratterizzato da numerosi momenti per poter rendere tutti partecipi e nel migliore dei modi alla vita di quell’associazione che da tanti anni ha nel cuore e che nel suo secondo mandato di quattro anni, come da statuto e con scadenza 2022, ha dimostrato di saper condurre con quell’immagine dirigenziale che richiede l’evoluzione dei tempi. Infatti oggi l’immagine del direttore d’Albergo deve essere necessariamente rivalutata, questi occorre che sia un professionista, un manager, una persona qualificata che può dare un’impronta di funzionalità e sviluppo ad una attività alberghiera.

Il Turismo è oggi forse la più importante forma di vitalità della nostra Nazione, la maggior fonte di incremento delle nostre finanze e della nostra occupazione lavorativa ed in particolare parlando della Campania, diretta come Ada da Bussetti, dobbiamo dire che questo presidente ha dato un’impronta di sviluppo di immagine ai suoi associati con varie iniziative messe in campo. Questo perché non è difficile ne controvertibile affermare che da circa 4 anni il turismo a Napoli è fortemente in crescita, e se guardiamo queste ultime festività, vediamo che non c’è un posto libero in città, ma anche nell’interland, già da qualche mese, da poter permettere di prenotare una vacanza. Un turismo, che certamente non vogliamo e non possiamo perdere. Di qui la necessità di sviluppo dell’Ada e Bussetti nel pomeriggio, prima della cena del Natale 2019 per lo scambio auguri, sempre al Parker’s, ha convocato i suoi iscritti per una riunione al fine di fare un consuntivo, che naturalmente è positivo se gli permette di essere al sesto anno di presidenza. Quindi sulla scia della strada intrapresa, come obiettivo del 2020, ha detto di volere incentivare la formazione già operativa anche con il supporto del CSM (Centro Studi Manageriali ADA), cercando di far diventare l'associazione ambita dai manager del settore. Proveremo - ha soggiunto Bussetti – a fare anche attività di team building come ad esempio le cooking class ed altro ancora. L’incontro conviviale di fine anno dell’Ada, dopo il momento di riunione associativa, si è sviluppato con il passaggio di soci ed invitati nel gran salone che il Parker’s possiede a piano d’ingresso dove è stato servito l’aperitivo, dando anche a tutti la possibilità di interloquire con gli sponsor della serata. Le Aziende che hanno anche reso possibile l’incontro e presenti con una propria postazione ai lati della sala sono: Amonn forniture alberghiere, Dorelan materassi, lavanderia industriale White, Worldtours autoservizi, Estensa digital marketing, Volpicelli tipografia, Ilario caffè, SDM distribuzione hotel e la Pefim casermaggio. Dopo il benvenuto agli ospiti da parte di Bussetti ed il gruppo direttivo ADA Campania, si è passati tutti all’ultimo piano dell’Hotel dove è stata servita una cena di spiccata eleganza, elaborata dagli chef della struttura e composta da: Sgombro marinato su caponatina di melanzane; risotto ai friarielli con seppia ed il suo nero; trancio di spigola con scarola brasata; carpaccio di ananas con gelato; il tutto accompagnato da una eccellente Falanghina IGP Campostatano ’18 ovviamente di Villa Matilde, azienda di grandi vini campani, i cui titolari sono anche proprietari del prestigioso Parker’s. Un ritorno nella sala degli sponsor, è stato il momento conclusivo per degustare il dolci natalizi ed un buon caffè offerto dalla “Ilario”, mentre a numerosi ospiti venivano consegnati cadeau delle aziende partecipanti alla kermesse. Il tutto preceduto dal saluto e ringraziamento per la partecipazione rivolto agli ospiti da Bussetti ed il suo direttivo, presentando singolarmente i rappresentanti delle aziende presenti che hanno anche fatto una breve presentazione delle loro attività.

Prima del concludere con gli auguri per le festività, Bussetti ha informato, con orgoglio e fra gli applausi di tutti, che Piero Ferretti è stato scelto come membro della commissione che avrà il compito di riscrivere lo statuto dell'ADA. Al fianco del presidente ADA Campania, c’erano anche Alberto Sorrentino vice presidente, Anna Maria De Lucia revisore dei conti e Gianmarco Nasti past tesoriere, ora trasferitosi in Toscana a dirigere un hotel. Alcuni soci e membri del direttivo come Barbara Brunelli segretaria ADA Campania ed Antonio Palmieri tesoriere Ada Campania, non potendo essere presenti alla serata per impedimenti imprevisti, hanno voluto inviare i loro saluti a tutti i presenti attraverso il loro presidente. Anche l’Onorevole Alfonso Longobardi, Consigliere Regionale Campania e Vice Presidente Commissione Bilancio, impegnato in Consiglio Regionale per la maratona della Commissione Bilancio di approvazione della Legge di Stabilità, non potendo essere fisicamente presente alla serata, non ha voluto far mancare la sua vicinanza all’ADA e con un intervento telefonico, raccolto da Bussetti e messo a viva voce con microfono, ha potuto far sentire a tutti quanto sia vicino alle problematiche del turismo, e ad uno sviluppo di accoglienza ed ospitalità che tutti gli addetti a questo settore, potrebbero rafforzare ed incrementare anche con una maggiore e valida formazione degli stessi. Fra i numerosi ospiti ricordiamo Gaetano Castellano, Michele Guglielmo ex direttore Hilton Sorrento Palace, Antonio Melchiorre direttore Hotel Piccola Marina di Capri e Paolo Ferretti altro membro di una famiglia che ha creato l’Accoglienza, Ospitalità, Informazione e Cultura nel mondo dell’alberghiero e del buon bere. Infatti iniziò con Mimmo Ferretti papà di Piero e Paolo la grande storia degli istituti alberghieri con quello di Via Giovenale a Napoli. Una storia che con Mimmo diede cultura e sapere ai Barman, diede insegnamenti agli albergatori con lo splendido Hotel Ferretti a Diamante da lui diretto insieme alla consorte Lya, altra persona di inestimabili valori, che da grande esperta di vini, fondò l’associazione dell’Enohobby, e con la sua trasmissione “Cin Cin” in onda su Radio Antenna Capri, una delle prime nate emittenti radiofoniche, permetteva a tanti, con un partecipativo concorso di risposte alla sua proposta di etichette, di conoscere i vini italiani. Questo per non contare le sue apprezzatissime docenze negli alberghieri, i libri di testo dedicati ad insegnamenti agli alunni negli istituti alberghieri e testi di cucina da tutti tanto apprezzati ed acquistati in librerie. Un insegnamento ed un impegno per fare immergere i giovani nel mondo dell’Accoglienza ed Ospitalità del turismo continuato poi da figli Paolo e Piero. Di conseguenza grande merito va a Bussetti nell’aver saputo individuare in Piro Ferretti, quella persona con il compito tanto impegnativo di membro della commissione che avrà il compito di riscrivere lo statuto dell'ADA. Giuseppe Bussetti, con la cortesia che lo contraddistingue e che è sempre pronto ad esprimere, prima del consueto taglio della torta dedicata all’ADA e del brindisi augurale per un proficuo 2020 a tutti ed in tutti i campi, non ha mancato di ringraziare tutte le associazioni di categoria consorelle presenti e gli addetti alla informazione giornalisti e Tv intervenuti. Per l’AIBES (Associazione italiana Barmen e Sostenitori) sono intervenuti Rosario Restino Vice Fiduciario AIBES Campania e Andrea Pinto delegato AIBES Costiera Amalfitana; Romina Sodano Delegata FIMAR Campania (Federazione Italiana Manager Alberghi e Ristoranti); Giuseppe Sodano Consigliere del direttivo dell’URCC (Unione Regionale Cuochi della Campania) e Salvatore Spuzzo Chef della FIC (Federazione Italiana Cuochi) che con il Team campano al Culinary World Cup 2018, svoltosi a Lussemburgo è andato al trionfo insieme agli altri del gruppo della nazionale italiana, conquistando l’argento per l’Italia; infine per l’AMIRA (Associazione Maître Italiani Ristoranti e Alberghi) non potendo essere presente il Fiduciario delle sezione napoletana Dario Duro, che sta portando una svolta decisiva di sviluppo all’associazione, rendendo la professionalità del direttore di sala conforme alle aspettative di successo futuro che la categoria auspica sul territorio nazionale per un incremento di turismo attraverso una migliore e più professionale accoglienza dell’ospite, è intervenuto alla cena Ada il socio Amira Enzo D'Adamo, recentemente tornato nel gruppo napoletano, una persona di gran prestigio prestigio perché Gran Maestro della Ristorazione ed impegnato lavorativamente al Marriott Grand Hotel Flora Via V.Veneto 191 a Roma. Per la stampa sono intervenute Tv Canale 21, Campania Felix Tv con Raffaele Carlino e Sabrina Abbrunzo che oltre ad essere inviata per la testata giornalistica Capri Event si è adoperata anche per condurre le interviste che Carlino ha fatto agli sponsor con la sua TV.

Giuseppe De Girolamo