Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

  • Categoria: Attualità
  • Visite: 103

MiBACT: aderisce alla giornata internazionale degli archivi

LAPILLI Logo MiBACT 250ARCHIVI DI STATO: IN EMILIA ROMAGNA OPERAZIONI ‘DIVERSE’ DI RESTAURO. A PIACENZA LA NUOVA SEDE NEL MONASTERO DI SANT’AGOSTINO E A MODENA IL RECUPERO DEI CODICI ANTICHI

In occasione della Giornata Internazionale degli Archivi due video sul canale YouTube del MiBACT fanno conoscere al pubblico le competenze della conservazione e della sorveglianza sul territorio del patrimonio archivistico e documentario di proprietà della Repubblica Italiana 

In occasione della Giornata Internazionale degli Archivi che si celebra oggi, 9 giugno, gli Archivi di Stato dell’Emilia Romagna si presentano sul canale YouTube del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo per far conoscere al pubblico le competenze di conservazione e della sorveglianza sul territorio del patrimonio archivistico e documentario di proprietà della Repubblica Italiana. Si parla dello sviluppo degli istituti, come nel caso della nuova sede che sarà realizzata a Piacenza (https://youtu.be/CFMj6HOg-64), e delle numerosissime attività che vengono svolte oltre i servizi al pubblico, tra le quali gli interventi di restauro che vengono mostrati, ad esempio, nel laboratorio interno dell’Archivio di Stato di Modena (https://www.youtube.com/watch?v=dwbHuTKcXJQ&feature=youtu.be).

L’Archivio di Stato di Piacenza, che dovrà lasciare Palazzo Farnese per una struttura più idonea a collocare soprattutto gli ampi depositi, illustra gli ambienti della “La nuova sede”, nel monastero di Sant’Agostino, parte del quale adibito a caserma nella Seconda metà dell’Ottocento, già oggetto di interventi di recupero e riqualificazione urbana. Ed è proprio nell’area della stecca che saranno recuperati locali per la sala di consultazione, le aule didattiche, gli uffici amministrativi e i depositi climatizzati e allarmati che saranno allestiti sia al primo piano sia nei sotterranei. Alle immagini delle stanze vuote si alternano quelle dei rendering del progetto, per offrire un’idea dell’archivio più moderno e funzionale che sarà realizzato.  

Anche nel convento di Sant’Agostino saranno realizzati laboratori moderni simili a quelli presenti nell’Archivio di Stato di Modena: il filmato, girato nel laboratorio di legatoria e restauro, mostra, in questo caso, il lavoro sulle coperte dei registri, rilegati con frammenti in pergamena, molto resistenti. I legatori ferraresi e modenesi in passato hanno utilizzato codici latini, ebraici e francesi per poter realizzare copertine. Il lavoro dei tecnici restauratori, mostrato passo passo dalle riprese, consiste ‘oggi’ nel distacco del bordo e dei frammenti per recuperare i codici, mentre al registro viene data nuova pergamena per restituire l’originale rilegatura.

La Direzione Generale Archivi raccoglie tutte le proposte sul territorio per la Giornata Internazionale degli Archivi di oggi (http://www.archivi.beniculturali.it​). Di seguito alcune delle principali iniziative. 

La Soprintendenza Archivistica e Bibliografica dell'Abruzzo e del Molise propone sul proprio sito un omaggio ai maturandi del 2020; L’Archivio di Stato di Pescara presenta una selezione di Immagini tratte dalla mostra bibliografica documentaria Gli Olivieri dei due Mondi; La Soprintendenza archivistica e bibliografica della Calabriapropone una mostra virtuale dal titolo Liquirizia e bergamotto. Eccellenze calabresi attraverso gli Archivi, mentre l’Archivio di Stato di Cosenza pubblica la testimonianza di straordinarie figure femminili che hanno cambiato radicalmente il loro ruolo nella società; L’ Archivio di Stato di Salerno ricorda Leopoldo Cassese archivista e organizzatore di cultura nel 60° anniversario della morte (1960-2020); L’Archivio di Stato di Modena pubblica l'elenco della raccolta di "Stampe e Disegni" del fondo "Mappario Estense"; L’ Archivio di Stato di Gorizia presenta un progetto internazionale di valorizzazione archivistica che prevede la condivisione con altri archivi europei di una copia digitale di un documento datato 1820; L’ Archivio di Stato di Roma dedica un omaggio a Ferruccio Parri; L’ Archivio di Stato di Viterbo presenta una mostra virtuale dal titolo Nani, elfi e salamandre dedicata alle ricette mediche, alle formule magiche e alle ricette di bellezza nascoste nei protocolli notarili del XVI secolo; L’Archivio di Stato di Imperia racconta la storia d'Italia tra Ottocento e Novecento attraverso i documenti del fondo Canepa; L’ Archivio di Stato di Milano dedica una delle lezioni live streaming della scuola di Archivistica, Paleografia e Diplomatica al tema della digitalizzazione di antichi codici e manoscritti e ai metadati “ante litteram”; L’ Archivio di Stato di Alessandria svela in una mostra fotografica virtuale gli scatti di studentesse e lavoratrici nel Novecento ad Alessandria; L’ Archivio di Stato di Torino inaugura il suo canale Spotify con i podcast della mostra L’anello forte. Dame che governano, donne che lavorano, cittadine che votano; La Soprintendenza archivistica e bibliografica della Puglia organizza un seminario sulle forme di finanziamento europeo ed agevolazioni che riguardano la digitalizzazione di archivi e biblioteche. L’ Archivio di Stato di Bari presenta un convegno dal titolo Mappa e Territorio; L’ Archivio di Stato di Agrigento propone un percorso didattico-inclusivo sulla documentazione notarile, per ipovedenti e non udenti; Archivio di Stato di Trapani presenta  una significativa selezione del patrimonio documentario conservato dall'Istituto; L’ Archivio di Stato di Grosseto presenta un Viaggio tra le carte del palazzo Moschini; l’Archivio di Stato di Pistoia organizza Lifelong Learning: la resilienza della cultura. Percorsi di conoscenza in archivio; L’ Archivio di Stato di Prato presenta la mostra dal titolo "Per lettera. Forme e modi della comunicazione epistolare dal mercante medievale all'Unità d'Italia"; L’ Archivio di Stato di Terni pubblica le lettere autografe di Gabriele D'Annunzio contenute nell'archivio privato Elia Rossi Passavanti; L’Archivio di Stato di Rovigosvela la cartografia storica e racconta la favolosa storia del Delta; La Soprintendenza archivistica e bibliografica del Veneto e Trentino Alto Adige mostra un video prodotto per la X Giornata Nazionale degli Archivi di Architettura.