Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

  • Categoria: Attualità
  • Visite: 125

Teatro Trianon Viviani. Programmazione della stagione teatrale 2020-2021. Noi ci siamo sempre. Villaricca con la Pro Loco

Marisa Laurito 250Il giorno 6 luglio u.s., Marisa Laurito, nuovo direttore artistico del teatro Trianon Viviani, ha presentato il ricco e variegato cartellone della stagione teatrale 2020-21, dedicato alla valorizzazione della melodia partenopea di ieri e di oggi. Un progetto accettato dalla Regione Campania, presente con il Direttore generale per le politiche culturali e il turismo, Rosanna Romano e dalla Città metropolitana, guidata dal sindaco Luigi de Magistris. Trenta i titoli presenti, dodici le novità, con omaggi a Raffaele Viviani, Renato Carosone e Giuseppe Patroni Griffi. A Natale si avrà il ritorno di Roberto De Simone. Tra i tanti nomi, in conferenza stampa, è mancato il riferimento a Sergio Bruni, “miracoloso innesto tra mondo contadino e mare di Napoli” definito cosi da Roberto De Simone, come ha evidenziato il Dott.Armando De Rosa, promotore e ideatore del “Premio Villaricca Sergio Bruni-La canzone nelle scuole” e fresco di nomina a membro del Comitato scientifico regionale per la salvaguardia e valorizzazione del patrimonio linguistico napoletano. Nel prendere la parola ha detto tra l’altro “ in un cartellone dedicato alla melodia napoletana e dove si dice di voler stabilizzare un Evento fisso per la canzone napoletana non ci si può non includere Sergio Bruni “ la Voce di Napoli”, definita così da Eduardo de Filippo. In un contesto di valorizzazione della tradizione musicale napoletana, non si può infatti far passare  la data del settembre 2021, centenario della nascita del maestro senza che il Trianon sia presente. L’intervento ha raccolto grande assenso del direttore artistico e dai presenti in sala, tra cui Pasquale Scialò, che fu relatore della tesi “Il corpo della voce. Sergio Bruni interprete”. Marisa Laurito, infatti, ai microfoni delle emittenti televisive presenti alla conferenza ha detto, che in occasione delle celebrazioni del centenario che già si sta preparando con l’amministrazione comunale di Villaricca, la pro loco di Villaricca e la famiglia Bruni verrà senz’altro dato risalto al Cantore di Villaricca . Tra le novità presenti nel cartellone, anche un nuovo talent volto a perfezionare e promuovere le giovani voci ed un progetto speciale di arte ed inclusione sociale. La musica partenopea come un pezzo riconosciuto del made in Italy, da valorizzare e promuovere con modalità innovative. La stagione teatrale avrà inizio con un prologo all’aperto in ossequio alle norme sull’emergenza sanitaria di contenimento del Covid-19, con un trittico di atti unici di Raffaele Viviani, in occasione del 70esimo anniversario della morte del commediografo. La rassegna è intitolata “Viviani per strada” poiché Nello Mascia metterà in scena i tre testi “Piazza ferrovia-Porta Capuana-Borgo Sant’Antonio” negli stessi luoghi dove sono stati ambientati dall’autore.

L’apertura ufficiale si terrà il 30 ottobre, con il debutto della Stabile della canzone napoletana, un complesso che si rinnoverà ogni anno per generi ed interpreti. Per questa stagione, proporrà Adagio napoletano. In programma, sono presenti tanti nomi illustri del panorama partenopeo, come Peppe Barra, Enzo Gragnaniello, Peppino di Capri e James Senese. Presenti anche artisti appassionati della nostra tradizione musicale napoletana, come ad esempio il premio Oscar Nicola Piovani, il sassofonista Stefano Di Battista, Nicky Nicolai, Noa, Tosca e Maria de Medeiros. Altri concerti programmati sono con Valentina Stella, Lorenzo Hengeller, Vittorio Marsiglia, Gianni Conte e Mariano Caiano.

Non solo nomi altisonanti, ma anche tanto spazio ai giovani talenti selezionati da un’importante giuria, che si cimenteranno sul palco scenico da novembre fino a maggio ogni mercoledì: una vera e propria palestra artistica per le nuove giovani voci.