Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

  • Categoria: Attualità
  • Visite: 54

Dantedì, Franceschini: centinaia di eventi per la seconda edizione Grande mobilitazione digitale nel nome di Dante

LAPILLI Foto dario franceschini 100“Siamo appena al secondo anno del Dantedì – dichiara il Ministro della Cultura, Dario Franceschini – e già assistiamo a una crescita enorme delle iniziative, nonostante il momento difficile che stiamo attraversando. Sono centinaia gli eventi in tutta Italia nei musei, nei teatri, nelle biblioteche e negli archivi. La gran parte sono in streaming, ma danno la prova esatta di quello che in poco tempo è successo intorno al Dantedì, con la mobilitazione e il coinvolgimento di tutti i livelli istituzionali, di tante associazioni culturali. Questo ci fa capire quello che succederà nei prossimi anni, quando saremo usciti da questa terribile epidemia: il Dantedì diverrà un pezzo stabile e importante della storia d’Italia. Dopo decenni in cui si celebrerà – ha concluso il Ministro - ci ricorderemo di queste prime edizioni, svolte durante la pandemia, ma che lo hanno fatto partire con così tanta determinazione”.

Sul sito del MiC sono già oltre 200 le iniziative in modalità remota presenti nella pagina dedicata al Dantedì, con eventi digitali in tutta Italia per onorare Dante Alighieri e la sua opera: webinar, mostre digitali, video, dirette streaming, live su YouTube con letture, seminari, performance, esposizioni di documenti d’archivio, codici e manoscritti danteschi, tour virtuali. La parte del leone spetta alle Soprintendenze archivistiche e agli Archivi di Stato, ad oggi mobilitati con ben 54 eventi, spesso incentrati sulla ricca e preziosa documentazione conservata. Ma anche le biblioteche statali e comunali, i musei, i parchi archeologici e persino ambasciate e istituzioni culturali straniere presenti in Italia parteciperanno alla seconda edizione di questa giornata, che quest’anno cade nell’anniversario dei settecento anni dalla morte di Dante. Un evento sentito in Italia e in tutto il mondo, che culminerà nella diretta serale Rai dal Quirinale, dove Roberto Benigni reciterà il XXV canto del Paradiso”.

Sul sito web del Ministero della Cultura al link https://www.beniculturali.it/evento/dantedì è disponibile un ricco palinsesto di iniziative, in continuo aggiornamento, alla portata di tutti coloro che, nonostante la pandemia, vorranno celebrare Dante Alighieri.