Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

  • Categoria: Attualità
  • Visite: 48

‘La passeggiata’ agli Oscar

‘La passeggiata’ agli Oscar
Il corto ammesso alla selezione ufficiale del prestigioso premio cinematografico

 

la passeggiata 250Dopo i riconoscimenti ricevuti, come la Menzione d’onore al Tokyo Film Festival, il Cavallo d’Oro come Best international short film al Golden Horse India e il premio come Best Italian Short Movie al Robinson Film Awards e la partecipazione in corso a festival internazionali, finalista per la miglior regia all’Oniros Festival di New York e al Cannes World Film Festival, alla selezione ufficiale per il David di Donatello, arriva per ‘La passeggiata’, l’ammissione alla selezione per il più importante dei premi cinematografici, gli Oscar Academy come miglior corto.

Diretto da Alessandro Derviso, prodotto da Arcangelo del Vecchio, per ADV Production, sceneggiatura di Francesco Cesareo, con Giacomo Rizzo e Angelo Conforti, make up & special effect designer Vittorio Sodano, nominato due volte agli Oscar, per ‘Apocalypto’, di Mel Gibson e ‘Il Divo’, di Paolo Sorrentino, con la colonna sonora originale di Nicola Lerra, compositore cinematografico, Hollywood Music In Media Awards per la miglior colonna sonora classica - contemporanea, il corto è incentrato sul personaggio di Roberto, magistralmente interpretato da Giacomo Rizzo, la cui routine è interrotta dall’incontro con una figura misteriosa, a cui presta il volto un ottimo Angelo Conforti.

Una storia dai toni noir e poeticamente malinconica, che mette il protagonista di fronte al bilancio della propria esistenza.

Il regista, Alessandro Derviso, ha dichiarato a caldo:

“L'ho saputo sabato mattina, da allora non dormo per paura di svegliarmi e scoprire che era solo un sogno”.