Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

  • Categoria: Attualità
  • Visite: 74

Il FLAG Pesca Flegrea incontra il Korea Maritime Institute

Il FLAG Pesca Flegrea incontra il Korea Maritime Institute

flagpescaflegrea kmi 2 250Gli asiatici interessati al know how dell’economia del mare proposto dal Gruppo di azione locale nel settore della pesca e acquacoltura della Regione Campania

Economia del mare, potenziamento della governance, coesione sociale, welfare, programmazione di importanti politiche di rilancio degli investimenti nel settore della pesca e acquacoltura che caratterizzeranno la programmazione Mainstream e di cui si dovrà tenere conto per integrare adeguatamente gli interventi al livello locale: queste le tematiche discusse a Bacoli (NA) durante l’incontro tra il FLAG Pesca Flegrea e il Korea Maritime Institute di Seul, KMI.

La delegazione governativa della Corea del Sud ha prima visitato l’IRSVEM, centro di stabulazione dei Campi Flegrei ed eccellenza campana del settore della mitilicoltura, e poi ha ricevuto i saluti istituzionali del Sindaco di Bacoli, Josi Gerardo Della Ragione, presso la casa comunale.

L’ultima tappa del sopralluogo dei Campi Flegrei si è svolta alla Darsena Pescatori del Porto di Acquamorta, dove gli asiatici hanno potuto apprezzare gli interventi realizzati nel 2019 e 2020 dal FLAG Pesca Flegrea destinati alla piccola pesca costiera. Progetti portati a termine con i fondi del FEAMP Campania per incrementare il decoro urbano della darsena, migliorare le condizioni di lavoro e di sicurezza degli operatori della piccola pesca costiera e aumentare le opportunità di vendita e valorizzazione del pescato.

Questo nuovo appuntamento internazionale, che segue quello con la Croazia, è stato fortemente sollecitato dagli asiatici del think tank e centro di ricerca che sviluppa politiche in materia di affari marittimi e pesca, gestito dal governo sudcoreano attraverso l'Office of Government Policy Coordination, che hanno seguito con particolare interesse le attività svolte dal FLAG Pesca Flegrea, pubblicizzate a livello europeo dal FAMENET, l’organizzazione della Commissione europea per il monitoraggio e la valutazione del Fondo europeo per gli affari marittimi, la pesca e l'acquacoltura.

Questo meritato riconoscimento è frutto delle tante iniziative condotte dal FLAG Pesca Flegrea, negli ultimi anni, a favore delle comunità locali della pesca, dell’innovazione nella maricoltura, della valorizzazione delle catture, del ricambio generazionale e, per ultima, della tutela dell'ambiente.

Attualmente, il FLAG Pesca Flegrea è impegnato nella realizzazione di uno studio con lo scopo di valutare sotto l’aspetto tecnico, ambientale ed economico/sociale la fattibilità di un sistema integrato di riciclo e smaltimento dei rifiuti provenienti dall’attività di pesca e mitilicoltura, con l’intento di promuovere la transizione verso un’economia verde e circolare.

Obiettivo è lanciare un programma per il recupero, la gestione e valorizzazione dei rifiuti connessi all’attività di pesca e mitilicoltura per creare alternative al trasporto in discarica, prevenire l’inquinamento dell’ecosistema marino e contribuire, in modo significativo, alla riduzione delle emissioni di gas serra.

Presenti all’incontro per il FLAG Pesca Flegrea, Paolo Conte, Presidente, Danilo Guida, Direttore, e Pietro Chiaro, Fabio Postiglione, Pietro Pugliese, Gabriella Illiano; per il KMI, Kim Jong Deog, Presidente, Park Sang Woo, Direttore generale dell'Ufficio di ricerca della comunità della pesca, e Lee Seung Hye, Ricercatore dell'Ufficio di ricerca della comunità della pesca.

Particolarmente soddisfatto dall’esito dell’incontro il Presidente Paolo Conte, che ha dichiarato:

“Abbiamo raccolto un importante apprezzamento del lavoro fin qui svolto dal FLAG Pesca Flegrea. Poter condividere con un partner internazionale le aspettative e le prospettive dell’economia blu del territorio domitio flegreo ci consente di rilanciare il ruolo del FLAG nell’ambito della nuova programmazione 2021/2027 e, quindi, di capire in quale direzione orientare l’azione locale”.