Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

  • Categoria: Attualità
  • Visite: 231

Premio GreenCare: a scuole, associazioni, enti pubblici e privati di tutta la Campania i riconoscimenti dell’edizione 2023

Premio GreenCare: a scuole, associazioni, enti pubblici e privati di tutta la Campania i riconoscimenti dell’edizione 2023

La presidente de Falco: “Le amministrazioni comunali mettano il verde al primo posto”

 

Foto Green Care 250NAPOLI. Sette premi assegnati ai curatori del verde urbano attivi nelle aree metropolitane della Campania, quattro Menzioni Speciali eFoto Premio Green Care 1 250 tredici Medaglie della riconoscenza civica. Sono i numeri della quinta edizione del Premio GreenCare 2023, che s’è svolta a Posillipo.

“Siamo orgogliosi delle numerose forze che in Campania si occupano del verde pubblico: in moltissimi lavorano dietro le quinte adoperandosi a tutela dell’ambiente e per uno stile di vita ecologico. La Giuria del Premio GreenCare ha inteso riconoscere questo impegno”, afferma la presidente di Premio GreenCare, Benedetta de Falco. Simbolica la scelta di #Posillipo, dove nei giorni scorsi è caduto un albero: “Sul #green cittadino - spiega de Falco - occorre comprendere che il futuro è con le piante o non ci sarà. Il tema del #verdeurbano come opportunità per il #benessere dei cittadini deve essere messo al primo posto nelle agende dei nostri amministratori pubblici”.

Il Premio Speciale GreenCare 2023 è andato al professore Massimo Fagnano del Dipartimento di Agraria di Portici della Università degli Studi di Napoli Federico II per il progetto #Ecoremed. Fagnano coordina un gruppo di ricerca scientifica impegnato nella cura dei terreni inquinati in tutta Italia attraverso l’impiego di varietà botaniche con effetti di fitorimedio: “Dopo tanti anni di lavoro, un premio che ci rende orgogliosi per un progetto riconosciuto a livello internazionale”, le parole di Fagnano.

Questi gli altri premi, consegnati tra gli altri dall’assessore regionale alla Formazione professionale, Armida Filippelli; dall’assessore comunale al Verde e Salute, @#VincenzoSantagada; e dal presidente FAI Campania, #MichelePontecorvoRicciardi: premio “Associazione impegnata nel verde” a #DavideCerullo con L’albero delle storie a #Scampia; “Cura di un’area verde pubblica” alla Comunità del #ParcoViviani e all’Associazione N’Sea Yet; “Cura di un’area verde privata” all’impresa #Ecobat di Marcianise e alla famiglia Scalzone; “Arte contemporanea e verde” alla Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee e Museo Madre per il progetto #MadreFactory.

Tra le Menzioni Speciali la Sezione #WWFTerredelTirreno; la #FondazioneAlario di Ascea; la #ScuolaDonMilani di Quarto; l’architetto #DavideVargas.

Numerose le Medaglie della Riconoscenza Civica assegnate a meritevoli cittadini ed organizzazioni attivamente impegnati sui temi dell’ambiente: l’Istituto Caselli; l’artista Michele Iodice e Katriona Munthe; la Stazione Zoologica Anton Dohrn; il professore Maurizio Fraissinet; l’architetto Grazia Torre; Cinzia Crisci; Nunzia Petrecca; le scuole Il Nuovo Bianchi di Napoli e Casapesenna in provincia di Caserta; 100X100 Napoli; la cittadina Marianna Mastropietro.

Nicola Rivieccio