Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

  • Categoria: Attualità
  • Visite: 246

• La cucina napoletana alla Biennale di Venezia con Spaghetti 80 è il piatto del Festival del cinema

  • La cucina napoletana alla Biennale di Venezia con Spaghetti 80 è il piatto del Festival del cinema

Venezia Film Festival 250Da mercoledì 30 agosto a sabato 9 settembre le eccellenze della cucina partenopea sono state protagoniste all’80esima edizione della Mostra internazionale d’Arte Cinematografica – La Biennale di Venezia. La cucina napoletana, infatti, è stata presente a Venezia grazie all’associazione “Aperitivo Food & Drink” di Marta Koral e dell’azienda “Sapori di Napoli” dello chef Gennaro Galeotafiore. Main sponsor dell’iniziativa è stato Sacar forni.

Spaghetti Venezia 80 è il piatto che conquista la biennale di Venezia al Tennis Club del lido di Venezia.

La cucina tipica napoletana dello chef Gennaro Galeotafiore è semplice e genuina, si avvale di materie prime a km zero. Un piatto preparato con ingredienti tipici veneziani.

Spaghetti con radicchio cipolla bianca asiago e speck.

Venezia Film Festival non è solo Cinematografia, ma anche buon cibo.

Laddove c’è la cinematografia c’è sempre festa,tra aperitivi, lunch e dinner gala si mangia e si beve.

 Matteo Garrone a Venezia conquista il mondo, la sua vittoria orgoglisce l’Italia.

A Venezia, infatti, tutti gli italiani   festeggiano Matteo Garrone, orgoglio tutto italiano,che si aggiudica una doppia vittoria.

Il suo film Io Capitano è la storia dell'odissea di due migranti senegalesi. Un film necessario per il Paese:

 Leone d’argento per la regia e premio Mastroianni al giovane protagonista Seydou Sarr. È l'unico italiano premiato nel concorso principale Venezia 80.

“L’idea è quella di mettere la macchina da presa dal lato opposto: puntarla dall’Africa verso l’Europa e vivere il viaggio insieme a loro”afferma Matteo Garrone. Il regista, resta sempre sospesovtra fiaba e realtà, oltre il confine. Il regista italiano racconta la vera epica contemporanea, la grande avventura di due ragazzi senegalesi di attraversare tutta l’Africa. Commovente è stato il suo pensiero al Marocco durante le premiazioni.

Venezia Lido è cinema e food . Un’esperienza culinaria a pari passo con la programmazione cinematografica.La cucina napoletana è stata protagonista indiscussa, non solo con gli spaghetti, ma anche con lo scarpariello, un piatto della tradizione al quale nessuno ha saputo rinunciarvi.

 

Hollywood Celebrities Lounge è stato organizzato da Hollywood Communication all’interno degli spazi del Tennis Club del Lido di Venezia, dove pizzaioli, chef, influencer e blogger sono stati i protagonisti della kermesse internazionale dedicata al cinema.

“Siamo orgogliosi di portare i nostri prodotti e la nostra tradizione culinaria in una manifestazione importante come la Mostra Internazionale del Cinema di Venezia – ha dichiarato Gennaro Galeotafiore dell’azienda “Sapori di Napoli” – Il nostro obiettivo è promuovere la cucina partenopea in giro per l’Italia oltre ad accogliere giornalisti, attori, registi e star internazionali con i nostri prodotti”.

Dello stesso avviso Marta Koral, presidente dell’associazione “Aperitivo Food & Drink”. “Non possiamo che essere soddisfatti della nostra presenza a Venezia all’interno dell’Hollywood Celebrities Lounge. La nostra associazione, in collaborazione con l’azienda Sapori di Napoli, si pone come obiettivo quello di promuovere l’aperitivo come uno degli elementi cardini della cucina e dello stile di vita italiano. Per questo siamo a Venezia”.

Tra gli altri, ospiti dell’area food dell’Hollywood Celebrities Lounge saranno: il pizzaiolo Simone Zullo della Pizzeria fratelli Pulcinella di Sydney, con le sue pizze ha conquistato tutti i palati. Il suo brand è un completa ascesa, tanti progetti e sogni nel cassetto, uno tra i tanti l’apertura della pizzeria a Paramatta (Australia ) nel 2024 in Svizzeria. Tra i suoi programmi la realizzazione di un food truck. Presenzia lo chef Diego Guglieminetti titolare della Cooking catering e banqueting, Diego Guglielminetti, poliedrico chef di origini bagnolesi, è tra i 30 migliori chef d’Italia. Guglielminetti si è aggiudicato la semifinale della competizione “Il Miglior Chef Italia” di Sky (giunta alla terza edizione) ed è entrato a pieno titolo fra i migliori 30 colleghi d’Italia . E già c’è attesa per il prossimo turno.

Lo chef Michele Foltran veneto,del suo ristorante la Fusinella. Una cucina dinamica, ben strutturata, cordinata e di grande impatto visivo e tecnico.

A collaborare la commis Raffaella Galeotafiore; la piccola di casa dell’ azienda Sapori di Napoli. Seppure piccola di età con le idee ben chiare, con un’occhio attento all’azienda di famiglia prosegue i suoi studi scientifici.Presente la chef Loredana Errichiello di Tratto Bianco con la sua cucina creativaTutti i suoi piatti ricordano le sue radici e le tradizioni sono il motore della sua cucina che con passione e studio rivisita ogni giorno con amore, in particolare nella preparazione e nella scelta degli ingredienti e nei loro rispettivi accostamenti. Ama i colori e le diverse consistenze, i profumi che accarezzano i ricordi e la sua cucina è innovazione e tradizione sapientemente miscelate. La pizzaiola Francesca De Marco La Pinseria da Frensis, unica calabrese presente con la pinza romana, conosciuta come la piccola imprenditrice, gestisce infatti il suo locale dove sforna pinze romane e tante pizze glutenfree. La sua ultima novità è la pizza dessert: con Nutella, cocco e noci. La sua esperienza è stata unica grazie all’ausulio e l ‘affiancamento del pizzaiolo Zullo, ha appreso nuove tecniche e maggiori conoscenze sulla pizza napoletana. Per Francesca un tour di emozioni, sorprese e tante novità. Presente i primi giorni

lo chef Antonio Guerriero. Lo chef Giovanni Vezza di Sapori di Napoli, con esattezza Barra, ha la passione per la cucina fin da piccolo. Giovanni è un cuoco multitasking, versatile e accomodante ad ogni tipologia di cucina dal catering, alla trattoria alla cucina d’autore.

Al lounge i barman della scuola di formazione Mixer Lab.

Domenico Barra e Pasquale Russo. Uno dei drink che hanno portato alla mostra del cinema oltre ai classici iba, a far da scena a lo Stregotto.

Un twist on classic del cocktail americano.Ricetta

3cl bitter 900

3cl Strega Alberti

3cl Chinotto Neri. Per loro tanti progetti in serbo, non solo per la miscelazione, ma anche per gli eventi che li vedono come presenze immancabili a presto rappresentare grandi brand del Beverage. Due fuoriclasse della drinkeria che a Venezia hanno deliziato i palati dei vip.

A coordinare le operazioni Anna Rubino, giornalista food influencer da anni dedicatasi al mondo senza glutine ed affermata coordinatrice di catering e manifestazioni food.

Un ritorno a Venezia per l’azienda “Sapori di Napoli” e per lo chef Gennaro Galeotafiore che, dopo la presenza del 2020, ha deciso di rilanciare l’area food dell’Hollywood Celebrities Lounge anche con l’ausilio dell’associazione “Aperitivo Food & Drink” con cui ha realizzato lo scorso aprile la prima edizione del Campionato dell’Aperitivo.

La presenza alla kermesse veneziana, inoltre, è solo l’ultima tappa di un percorso che ha visto l’azienda “Sapori di Napoli” e l’associazione “Aperitivo Food & Drink” essere protagonisti in manifestazioni come, ad esempio, la scorsa 73esima edizione del Festival di Sanremo e la 53esima edizione del Giffoni Film Festival.

Oltre al cinema d’autore, quindi, a Venezia ci sarà spazio anche alla cucina di qualità campana.

Per questa 80a edizione del Festival del Cinema di Venezia sono tante le attività confermate; la conferma degli appuntamenti della Settimana Internazionale della Critica, il ritorno come media partner di Best Movie il mensile di cinema più letto in Italia.

Un’area di 1000 mq dotata di staff security/hostess, service audio, video e luci. La zona INDOOR, è uno spazio completamente arredato e climatizzato, con 4 Set TV (climatizzazione indipendente silenziosa), 2 aree Round Table/One To One, 1 area Press Conference e 1 Area MakeUp/Hairstyle; mentre l’OUTDOOR è sia uno spazio coperto e arredato con open bar che uno spazio scoperto con 5 Set TV.

Nella Hollywood Celebrities Lounge verranno pianificati eventi speciali, dinner gala, cocktail party esclusivi, junket, press conference, box interviews, round table a disposizione delle delegazioni e delle Aziende presenti alla Mostra, oltre alla preparazione red carpet e fitting outfit, tutto questo per rendere impeccabile ogni momento.

Hollywood comunication per il sesto anno consecutivo, Mary Calvi e Antonio Lange, i padroni di casa della Hollywood Celebrities Lounge, hanno accolto i propri ospiti all’interno dell’esclusivo Tennis Club del Lido a pochi metri dal Red Carpet del Festival Internazionale del Cinema di Hollywood comunication di Mary Calvi e Antonio Lange, per il sesto anno sono i padroni di casa della Hollywood Celebrities Lounge,hanno accolto i propri ospiti all’interno dell’esclusivo Tennis Club del Lido a pochi metri dal Red Carpet del Festival Internazionale del Cinema di Venezia.

 

LA HOLLYWOOD CELEBRITIES LOUNGE CONFERMA IL SUO LEGAME CON VENEZIA 80

La Hollywood Communication è pronta a tornare anche per la prossima edizione del Festival del Cinema di Venezia. Ormai è diventato un punto di riferimento fisso per tutti coloro che lavorano durante i giorni della Mostra, e, dopo il successo dell’ultima edizione, l'agenzia di Comunicazione, riporta la sua lounge alla prestigiosa rassegna Cinematografica al Lido.

Infatti, per il sesto anno consecutivo, Mary Calvi e Antonio Lange, i padroni di casa.

La cucina napoletana protagonista all’80esima Mostra del Cinema di Venezia

Rosario Lopa,  portavoce della Consulta Nazionale per l'Agricoltura e il Turismo, componente del Dipartimento Nazionale Ambiente Agroalimentare Acqua Biodiversità Ristorazione Risorsa Mare Pesca e Servizi del MNS, e da sempre si dedica alla tutela, promozione e valorizzazione dei prodotti tipici campani, sostiene a appoggia la cucina napoletana al festival del cinema di Venezia. “Tutelare e valorizzare i piatti tipici napoletani,insieme ai prodotti della nostra terra è sinonimo di cultura e aggregazione. La Campania è una regione che ha molti prodotti che meritano la giusta attenzione, ed il festival del cinema è una passerella adatta per soddisfare i palati nazionali ed esteri” afferma Rosario Lopa.