Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

  • Categoria: Attualità
  • Visite: 466

Torre Annunziata. Successo di pubblico e critica per la piece "Io vuless truvà pace"

Torre Annunziata. Successo di pubblico e critica per la piece "Io vuless truvà pace"

Locandina Torre Annunziata 250Grande successo di pubblico e critica, presso il Teatro dello Spirito Santo di Torre Annunziata, per la messa in scena nelle prime tre date in programma del nuovo spettacolo teatrale dal titolo "Io vuless truvà pace". 

Con la regia di Maria Autiero e frutto dell'unione di tre giovani artisti del nostro territorio, tale opera, in cui le poesie di Eduardo, musicate da Simone Pagano, diventano una piéce teatrale, risulta essere conforme alla grande tradizione del teatro classico napoletano, ma, allo stesso tempo, ricca di caratteristiche innovative.

Il gruppo è capitanato da Peppe Russo, giovane attore di Torre Annunziata, diplomato al Teatro Totò e attualmente studente presso laboratori e masterclass tra Roma, Napoli e Milano. 

L'altra protagonista, sempre di Torre Annunziata, è la giovane cantante ed attrice Martina Caso, laureata in Didattica della musica, vincitrice dell’ARS Music Festival, attualmente iscritta al secondo anno dell'accademia di cinema "La Ribalta" e studentessa in canto privato. 

La cornice musicale dello spettacolo è di Simone Pagano, autore delle musiche, giovane cantautore di Torre del Greco, semifinalista dell'European Tour Music Fest (2016), 1° Premio al IV Concorso CET Scuola Autori Mogol (2018), attualmente impegnato anche in altri progetti di musica dal vivo e studente in canto privato.

Vi sono ancora due date in programma, ossia i prossimi 11 e 12 maggio, rispettivamente alle 20:30 e alle 18:30, per questo spettacolo da non perdere in quanto intenso, ricco di sentimento, passione e qualità.

Antonio Basso