Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Log in
A+ A A-

Al via il 13 Novembre da Novara gli incontri del ciclo “L'Europa e il lavoro”.

  • Published in Europa

Europa e Italia a confronto sul tema del lavoro e dell'impresa

Picture Device Independent Bitmap 3Partirà da Novara il 13 novembre 2017 il ciclo di appuntamenti “L'Europa e il lavoro 2017”, promosso dalla Rappresentanza della Commissione europea a Milano.

Cosa significa lavorare in Europa oggi? Dal fare impresa a creare servizi e prodotti innovativi, dal rinnovare le produzioni al ridefinire le normative, dal riconoscere le competenze a gestire la concorrenza: il lavoro è al centro del dibattito dell'Europa, dell'Italia e anche dei distretti produttivi (cluster), in cui sono presenti e pressanti le sfide di oggi in tema di impresa, impiegabilità, progresso, sostenibilità.

“L'Europa e il lavoro” è un format di incontri che vuole avvicinare l'Unione Europea e le sue politiche in tema di lavoro e di sostegno del talento e dell'impresa a territori caratterizzati da un DNA fatto di innovazione, che sono un esempio mondiale di resilienza e capacità di fronteggiare le sfide degli scenari internazionali.

Due le città scelte per questa prima edizione: Novara e Brescia. Entrambe città in fermento con  distretti produttivi che segnano ancora oggi il passo nazionale su temi per i quali l'Italia ha bisogno dell'Europa e viceversa. Gli incontri pubblici  “L'Europa e il lavoro” intendono mettere a fuoco alcune sfide per il presente e per il futuro, dei distretti stessi come dell'Unione e dei valori che essa rappresenta per i cittadini, per le istituzioni e per le imprese. Partendo dalle testimonianze di protagonisti del cambiamento in atto nel nostro tempo, alla presenza dei funzionari della Rappresentanza della Commissione europea a Milano, con la mediazione delle Università, si affronteranno i temi legati al lavoro con un dibattito a tutto tondo che includerà temi di economia, finanza, welfare, innovazione, internazionalizzazione, formazione, nonché i valori del mercato unico delle merci e delle competenze.

Gli appuntamenti, organizzati e promossi dalla Rappresentanza della Commissione europea a Milano in stretta collaborazione con i Comuni e coinvolgono attori della formazione, del lavoro (profit e no-profit) e delle istituzioni, con l'obiettivo di fare sistema sul territorio e nel contesto internazionale. 

“L'Europa e il lavoro” nasce dalla volontà della Commissione Europea di avvicinarsi sempre più ai cittadini italiani, con eventi che uniscano l'approfondimento delle priorità dell'Agenda Juncker in materia di lavoro e impresa nell'Unione insieme alla promozione di strumenti e canali di dialogo diretto.

       

Gli appuntamenti si svolgono in mezze giornate di lavoro con tre momenti:

  1. Incontrare per capire. Ospiti di calibro nazionale porteranno il loro contributo e la loro testimonianza per approfondire i temi della giornata e sviluppare prospettive percorribili, innovative e sostenibili per le sfide del futuro.
  2. Incontrare l'Europa. Un momento dedicato ai funzionari della Rappresentanza della Commissione europea a Milano, che approfondiranno le politiche europee rispetto ai temi della giornata e racconteranno le prospettive offerte dall'Agenda Juncker.
  3. Incontrare il territorio. Una tavola rotonda tra gli ospiti italiani ed europei. Un momento di dialogo e di incontro, con domande dirette e interventi dal pubblico, per sollevare quesiti e trovare insieme risposte, esercitando il dialogo e favorendo la creazione di sinergie.  A conclusione della giornata, tutti i presenti sono invitati a condividere un momento informale di aperitivo per conoscere da vicino i relatori, i funzionari e gli altri partecipanti.

Over the next five years, the most important task for European politicians will be to bring Europe back on track to growth and jobs. Our priority has to be to find new sources of growth and jobs—without creating new debt. I am convinced that the transformative role of digital technologies can be used to this end. Europe needs to change to become competitive again. This is what I would stand for as commission president.

Jean-Claude Juncker, presidente della Commissione Europea

 «Oltre il mandato della nostra sede, è il tempo che viviamo che ci impone di essere sempre più a contatto con i territori dell'Unione, attivando canali di dialogo che ci aiutino a cogliere sinergie, soluzioni, risposte spontanee alla grande sfida del nostro tempo: il lavoro». Così il Direttore della Rappresentanza della Commissione europea a Milano, Massimo Gaudina, che insieme a Francesco Laera sarà in qualche modo la voce dell'Unione Europea durante gli eventi. «Le politiche europee nascono da visioni lungimiranti, ma prendono forza dai fatti. Ed è un fatto, come più volte ha ribadito il presidente Juncker, che le PMI europee costituiscano la spina dorsale della nostra economia, contribuendo ancora, nonostante la crisi, a creare oltre l’85% dei nuovi posti di lavoro in Europa. Sono anche le portatrici di creatività imprenditoriale e innovativa. E, nel caso particolare dell'Italia, possiedono un capitale in termini di eccellenza e competenze. I distretti che ospiteranno questi eventi sono ancora oggi epicentro di queste qualità: a loro l'Europa guarda per sostenerle nella sfida del presente e del futuro, come un bene comune da tutelare e come un motore da rendere sempre più efficiente e performante».

Per questa edizione, “L'Europa e il lavoro” vedrà due tappe, ognuna con un tema attuale legato ai pilastri del lavoro in Italia e in Europa.

Primo appuntamento a Novara, dove il 13 di Novembre dalle h.15 'UPO Università del Piemonte Orientale ospiterà “Capitale glocale. Strategie e strumenti per rinnovare il tessuto imprenditoriale locale con prospettive globali”. Al centro del dibattito ci saranno testimonianze e opportunità per fare impresa e innovazione oggi, anche con l'utilizzo di strumenti finanziari innovativi, come le piattaforme di prestito p2p tra imprese che sono un trend in crescita esponenziale in tutta Europa. Occhi puntati anche su start-up cresciute grazie a forti investimenti privati e sul passaggio generazionale che lega attività consolidate con nuove imprese. Porteranno la loro testimonianza e condivideranno le loro esperienze professionali: Lorenzo Maternini, Founder di TAG Talent Garden, Maurizio Sella Founder e presidente di Smartika, Lorenzo Lener Direttore dell'incubatore di Novara Enne3, la giornalista Gea Scancarello autrice di “Mi fido di te” e responsabile paneesharing.it. A fare gli onori di casa, Eliana Baici Direttore Dipartimento Economia UPO e a moderare la tavola rotonda Lucrezia Songini Professore di strategia e controllo d'impresa in UPO.

Per la Rappresentanza della Commissione europea a Milano sarà presente Francesco Laera, con cui gli ospiti e i partecipanti si confronteranno nella tavola rotonda.  

Sarà poi la volta di  Brescia, dove negli spazi del Salone Vanvitelliano in Palazzo Loggia il 30 novembre si terrà “Uniti si nasce. L'Unione e il suo futuro: le persone, le ambizioni, gli obiettivi”. Un incontro che traccerà le linee di contatto e dialogo tra istituzioni e scenari internazionali, approfondendo opportunità e sfide di un mercato unico in profonda trasformazione.       

Tutti gli appuntamenti sono pubblici e gratuiti.