Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Log in
A+ A A-

Risultati dell'analisi comparativa 2017 sui servizi digitali pubblici

  • Published in Europa

LAPILLI LOGO Comm. EU ottobre 2013 250Dall'analisi comparativa in materia di e-Government 2017 emerge che nei paesi europei è migliorata la fornitura di servizi pubblici digitali, ma è necessario utilizzare maggiormente le tecnologie di supporto per promuovere l'accessibilità transfrontaliera e la trasparenza. Le amministrazioni pubbliche di 34 paesi europei hanno ottenuto punteggi elevati (80%) per quanto riguarda la fornitura di servizi pubblici online prontamente disponibili, accessibili da dispositivi mobili e intuitivi e sono stati compiuti progressi riguardo alla disponibilità transfrontaliera dei servizi digitali, tuttavia questi servizi potrebbero essere incrementati utilizzando fattori abilitanti come l'identificazione elettronica o i documenti elettronici.

Lo studio, basato sui dati raccolti negli Stati membri dell'UE, ma anche in Islanda, Norvegia, Montenegro, Serbia, Svizzera e Turchia, indica che occorre fare di più per informare gli utenti su aspetti quali la durata delle procedure amministrative o l'uso di dati personali per completare un atto amministrativo, e a questo proposito, l'adozione del progetto di regolamento sullo sportello digitale unico garantirà ai cittadini e alle imprese negli Stati membri dell'UE accesso centralizzato alle informazioni sui diritti transfrontalieri e le relative procedure.

Lo studio ribadisce la necessità di ulteriori interventi; analisi condivisa dagli Stati Membri che, nella dichiarazione di Tallin sull'eGovernment recentemente adottata, hanno deciso di agire per contribuire a migliorare i servizi pubblici digitali nell'UE. L'allegato della dichiarazione di Tallin definisce i principi di centralità dell'utente concordati dagli Stati membri, secondo cui i cittadini e le imprese devono essere al centro dei servizi pubblici digitali.

Ulteriori informazioni sull'analisi comparativa sono disponibili qui.