Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Log in
A+ A A-

20 anni di Copernicus

  • Published in Europa

LAPILLI LOGO Comm. EU ottobre 2013 250I Commissari Elżbieta Bieńkowska (Mercato interno, industria, imprenditoria e PMI) e Tibor Navracsics (responsabile del Centro comune di ricerca della Commissione europea) sono a Baveno per celebrare il ventesimo anniversario di Copernicus. Nel 1998 a Baveno è stato firmato un manifesto che proponeva di istituire un programma europeo di monitoraggio ambientale. Oggi Copernicus è un simbolo della potenza spaziale europea.

Grazie ai sette satelliti attualmente in orbita, ogni giorno è possibile accedere a decine di terabyte di dati gratuiti, utilizzati per contribuire a salvare vite in mare, migliorare la risposta alle catastrofi naturali come i terremoti, gli uragani, gli incendi boschivi e le inondazioni e consentire agli agricoltori di gestire meglio i raccolti. Lo spazio è un fattore chiave per l'economia dei dati e delle applicazioni, ragion per cui la Commissaria Bieńkowska annuncerà l'avvio dei servizi di accesso alle informazioni e ai dati di Copernicus (DIAS), piattaforme guidate dall'industria per aumentare l'accesso ai dati da parte di start-up innovative e altri utenti, che saranno in grado di scoprire, elaborare e scaricare i dati in modo più semplice ed economico.

I Commissari Bieńkowska e Navracsics visiteranno quindi la sede di Ispra del Centro comune di ricerca (JRC), che sostiene il programma Copernicus e fornisce prodotti e servizi ai responsabili politici in base ai dati generati dai satelliti.

Copernicus copre sei aree tematiche: monitoraggio del territorio, monitoraggio dell'ambiente marino, monitoraggio atmosferico, cambiamenti climatici, gestione delle emergenze e sicurezza. Nel quadro del programma spaziale dell'UE dopo il 2020 del valore di 16 miliardi di euro, la Commissione propone di espandere i servizi esistenti per soddisfare le esigenze emergenti, quali il monitoraggio delle emissioni di CO2 e le missioni polari per contribuire alla lotta ai cambiamenti climatici.

Ulteriori informazioni sono disponibili in una notizia e in due schede informative sulla storia e i vantaggi di Copernicus. I discorsi dei Commissari durante l'evento celebrativo ufficiale di stasera saranno trasmessi oggi su EbS+ alle ore 9:30.