Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Logo

“Culture Moves Europe” (La cultura muove l'Europa): un nuovo programma di mobilità per gli artisti e i professionisti della cultura

“Culture Moves Europe” (La cultura muove l'Europa): un nuovo programma di mobilità per gli artisti e i professionisti della cultura


LAPILLI LOGO Comm. EU ottobre 2013 250La Commissione ha firmato un accordo con il Goethe-Institut per l'adozione di un bilancio di 21 milioni di € destinato alla mobilità degli artisti e dei professionisti della cultura nei prossimi tre anni. Sulla base delle esperienze e raccomandazioni del progetto pilota i-Portunus attuato tra il 2018 e il 2022, la nuova azione "Culture Moves Europe" (La cultura muove l'Europa) offrirà sovvenzioni a singoli artisti, operatori culturali e organizzazioni di accoglienza in tutti i settori culturali e creativi contemplati dalla sezione “Cultura” del programma “Europa creativa”. Tra i settori contemplati, la musica, l'architettura, le arti dello spettacolo, il design, la letteratura e il patrimonio culturale nei paesi partecipanti al programma. Mariya Gabriel, Commissaria per l'Innovazione, la ricerca, la cultura, l'istruzione e i giovani, ha dichiarato: "La mobilità è, ed è sempre stata, un elemento cruciale del lavoro e della vita degli artisti e dei professionisti della cultura. L'UE può e deve svolgere un ruolo cruciale di sostegno agli artisti, perché la creatività europea è uno dei nostri principali punti di forza. “Culture Moves Europe” offrirà ad artisti e dei professionisti della cultura l'opportunità di recarsi all'estero per creare e lavorare con i loro coetanei, promuovere la propria carriera e arricchire il proprio bagaglio professionale. In tal modo trarranno vantaggio dalla diversità culturale dell'Europa, apportando al contempo il proprio contributo al suo sviluppo.” Con particolare attenzione agli artisti emergenti, “Culture Moves Europe” consentirà agli artisti e agli operatori culturali di intraprendere progetti autoavviati per esplorare, creare, apprendere o incontrarsi al fine di sviluppare o approfondire le relazioni professionali internazionali. Il fine ultimo è concedere 7 000 sovvenzioni per un periodo di 3 anni. Si tratta della più grande azione finora finanziata dall'UE per i singoli artisti. I primi inviti sono previsti per l'autunno.

 

Template Design © Joomla Templates | GavickPro. All rights reserved.