Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

  • Categoria: Europa
  • Visite: 559

L'UE organizza ulteriori voli per aiutare Gaza

L'UE organizza ulteriori voli per aiutare Gaza

LAPILLI LOGO Comm. EU ottobre 2013 250Oggi due nuovi voli del ponte aereo umanitario dell'UE per la popolazione di Gaza sono partiti da Ostenda (Belgio) e Dubai (Emirati arabi uniti) per Al-Arish (Egitto), vicino al valico di frontiera di Rafah, con un carico di quasi 115 tonnellate di beni di prima necessità.

Oggi il Commissario per la Gestione delle crisi, James Lenarcic, si è recato in loco per assistere al carico delle forniture mediche umanitarie essenziali donate dai partner umanitari Médecins du Monde, il Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione (UNFPA) e rappresentanti della Francia, che partiranno da Ostenda su un volo organizzato mediante la piattaforma di coordinamento UE-Federazione internazionale delle società nazionali di Croce Rossa e di Mezzaluna Rossa (FICR).

Il carico proveniente da Dubai trasporterà merci logistiche quali frigoriferi e container, un elemento essenziale per il trattamento degli aiuti in arrivo in Egitto e a Gaza. Tali articoli sono stati acquistati dall'UE e donati al Programma alimentare mondiale (PAM) al fine di rafforzare la capacità logistica della Mezzaluna Rossa egiziana e di agevolare le operazioni di soccorso nella regione.

Nelle ultime settimane l’UE ha così inviato a Gaza un totale di 8 voli di aiuto, per oltre 320 tonnellate di forniture umanitarie. 

In considerazione delle enormi esigenze umanitarie nella Striscia di Gaza, sono inoltre in preparazione voli supplementari in stretta collaborazione con le basi di pronto intervento umanitario delle Nazioni Unite (UNHRD) e altri partner umanitari per trasportare ulteriori aiuti, tra cui articoli provenienti dalle scorte di emergenza dell'UE a Dubai e Brindisi.