Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

  • Categoria: Europa
  • Visite: 396

L'UE compie un importante passo in avanti nella fornitura di aiuti umanitari ai palestinesi a Gaza

L'UE compie un importante passo in avanti nella fornitura di aiuti umanitari ai palestinesi a Gaza

LAPILLI LOGO Comm. EU ottobre 2013 250La Commissione ha impegnato ad oggi 81 milioni di € della dotazione complessiva di 125 milioni di € destinati agli aiuti umanitari, e sta lavorando all’erogazione dei finanziamenti alle organizzazioni umanitarie partner.

L'UE ha finora organizzato 41 voli del ponte aereo per fornire oltre 1 800 tonnellate di aiuti ai palestinesi attraverso l'Egitto, e sta esplorando ulteriori mezzi per distribuire forniture salvavita, anche mediante un corridoio marittimo e lanci aerei in collaborazione con i partner umanitari.

Dopo aver visitato ieri la Cisgiordania e la Giordania, il Commissario per la Gestione delle crisi, Janez Lenarčič, oggi si trova in Israele per concludere la sua visita in Medio Oriente volta a ribadire l'impegno dell'UE nel mobilitare tutti i mezzi possibili per fornire aiuti umanitari ai palestinesi in difficoltà.

In Israele il Commissario ha incontrato il Ministro degli Affari esteri israeliano, il Coordinatore israeliano delle attività del governo nei territori (COGAT) e i partner umanitari dell'UE sul campo, e ha condiviso l'invito inequivocabile dell'Unione a proteggere i civili e a garantire un accesso libero e sicuro agli aiuti umanitari in tutta Gaza, ribadendo al contempo la richiesta di rilasciare tutti gli ostaggi.

Oggi il Commissario si è recato in visita a Kerem Shalom, il valico di frontiera israeliano nella Striscia di Gaza, per sottolineare l'importanza fondamentale di consentire un accesso umanitario libero e sicuro attraverso tutti i valichi di frontiera, aprendone contemporaneamente di ulteriori, anche a nord di Gaza. Il Commissario ha inoltre visitato il kibbutz di Nir Oz, uno dei numerosi siti oggetto degli efferati attentati terroristici di Hamas del 7 ottobre.