Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Log in
A+ A A-

in Mostra

VINCENZO STARNONE. “Anni ’70 Il volto mancante di Napoli”

starnone panVINCENZO STARNONE

Anni ’70 Il volto mancante di Napoli

a cura di

Stefano Taccone

Inaugurazione: Mercoledì 8 novembre 2017 ore 17,30

 Foyer del PAN | Palazzo delle Arti Napoli 

Nel 1968 Vincenzo Starnone ha quindici anni. Certo troppo giovane per conoscere e vivere con consapevolezza tutta la fase che precede l’esplosione di quell’anno che tutti ben conosciamo per la sua eccezionalità. In perfetto orario però per formarsi nel clima del dopo Sessantotto, quello – tra l’altro - dei grandi cortei operai e della strategia della tensione inaugurata a Piazza Fontana il 12 dicembre 1969. Due, fin da adolescente, le sue passioni predominanti: una è la politica, non intesa – almeno inizialmente - nell’alveo della rappresentanza parlamentare e sempre e comunque concepita come strumento di trasformazione radicale del mondo in senso egualitario e libertario – per cui a quindici anni intraprende convintamente la sua militanza nelle file del gruppo anarchico napoletano Kronstadt -; l’altra è la fotografia. Niente di più naturale perciò per lui andare in giro per cortei ed immortalare i volti e le bandiere, i gesti strepitanti e i cartelloni con gli slogan. Niente di più naturale per lui mettere insieme i suoi due mondi: quello della militanza e del fare comunità e quello del racconto realistico per mezzo della luce.

La mostra, organizzata dalla Iod Edizioni, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli, è il frutto di una paziente selezione di un più ampio gruppo di fotografie scattate in quegli anni – tutto materiale fin ora, per quasi mezzo secolo, per lo più mai uscito dall’archivio di Starnone – che racconta i cortei di quei tempi, i volti dei militanti, ora fieri e concentrati, ora gioiosi e trionfanti - perché la rivoluzione è insieme strategia e festa -, ma anche le feste dell’Unità di qualche anno dopo, con il palco sul quale si esibiscono gli Inti-Illimani ed i laboratori per bambini, nonché il più ampio vissuto sociale dell’epoca. C’è insomma tutto un mondo che più o meno tra le righe traspare da questa personale, un mondo che possiede molto di autobiografico, ma che è anche (auto)biografia di una generazione.

 Il catalogo, edito da Iod Edizioni, contiene testi della scrittrice Maite Iervolino e dello storico Gianfranco Marelli, oltre che del curatore e dell’autore stessi e sarà presentato in occasione del finissage, giovedì 16 novembre, ore 17,00 insieme alla raccolta di racconti dello stesso autore della mostra dal titolo e Sono ciò che sono stato (Iod Edizioni, Casalnuovo di Napoli).

 

Vincenzo Starnone è nato a Napoli nel 1953. Laureato in medicina, fotografa da oltre quarant’anni gli aspetti quotidiani della vita in una sorta di “caccia fotografica” sociale. Tra le sue mostre personali Viaggio nei musei (Maschio Angioino, Napoli, 2010); Svelati (Lloyd’s Baia Hotel, Vietri sul Mare - SA, 2009); Viaggio nel lavoro (Istituto Italiano per gli Studi Filosofici; Libreria Feltrinelli di Piazza dei Martiri, Napoli, 2002; AR Project Gallery, Giugliano – NA, 2013); Frammenti flegrei (Casina Vanvitelliana – Parco Vanvitelliano del Fusaro, Bacoli – NA, 2000; Galleria Tina Modotti, Acerra – NA, 2001); Sopra sotto: viaggio a Parigi (Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, Napoli, 1999). Ha pubblicato due raccolte di racconti: Non voglio Anna. Racconti stressati di un medico (Iuppiter Edizioni, 2010) e Sono ciò che sono stato (Iod Edizioni, Casalnuovo di Napoli, 2014).

 

INFORMAZIONI

Autore: Vincenzo Starnone

Mostra: Anni ’70 Il volto mancante di Napoli 

Luogo: Foyer del PAN | Palazzo delle Arti Napoli, Via dei Mille, 60 -  80121 Napoli                                                       

Inaugurazione: 8 novembre ore 17,30

Chiusura: Finissage Giovedì 16 novembre

Sala Pan Ore17,30  presentazione del catalogo della mostra

Organizzatore mostra: IOD

Collaborazioni: Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli e

PAN( Palazzo delle Arti Napoli)  

Ingresso libero

Per info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  • Scritto da alla redazione
  • Categoria: Mostre
  • Visite: 158

Albissola Marina (SV). Collettiva ad invito, "Musica Ribelle".

2017 Musica Ribelle locandina invito 250Da sabato 11 novembre 2017, con inaugurazione alle 17,30, nel nostro spazio di Pozzo Garitta,32, collettiva ad invito, "Musica Ribelle".

La mostra si protrarrà fino al 26 di novembre con orario di apertura dalle 17,30 alle 19, lunedì chiuso.

13 musiche e/o canti  rappresentativi di momenti particolari della storia, vengono rappresentati da altrettanti artisti secondo le proprie reazioni, immaginazioni e sensazioni, adottando ognuno la propria tecnica e la propria interpretazione:

.

  Albert Barreda: "Danza di Zorba" - Grecia, Dittatura dei 

Colonnelli

  Jorge Felix Diaz: "Hasta Siempre" - Cuba, Rivoluzione cubana

  Roberto Gaiezza: "Nkosi Sikelel" - Sudafrica, Lotta all'Apartheid

  Sandro Lorenzini: "La Marsigliese" - Francia, la Rivoluzione francese

  Giacomo Lusso: "Bella Ciao" - Italia, Movimento di Liberazione

  Giorgio Moiso: "C'era un ragazzo" - Vietnam, Guerra di Liberazione

  Stefano Pachì: "John Brown" - Stati Uniti, Abolizione della schiavitù

  Aldo Pagliaro: "El Quinto Regimiento" - Spagna, Guerra civile spagnola

  Carlo Pizzichini: "L'Internazionale" - Russia, Assalto al Palazzo d'Inverno

  Arturo Santillo: "El Pueblo Unido" - Cile, Golpe di Pinochet

  Beppe Schiavetta: "Grandola Vila Morena" - Portogallo, Rivoluzione dei garofani

  Carlo Sipsz: "Wind of change" - Germania, La caduta del muro di Berlino

  Alberto Toby: "Simon Bolivar" - Venezuela, Guerra di Indipendenza  

           

La mostra nei pomeriggi di giovedì 16 e venerdì 24 novembre, alle 17,30, sarà integrata da due conferenze, rispettivamente:

"Musica e libertà" e "Vladimir Majakovskiy" con:

M° Giovanni Di Stefano, presidente del Teatro dell'Opera Giocosa

Prof. Sergio Tortarolo, relatore

dott.Jacopo Marchisio, attore della Compagnia "Cattivi Maestri"

L'ingresso è libero.

  • Scritto da alla redazione
  • Categoria: Mostre
  • Visite: 21

Altri articoli...

  1. Tutti in coda per l’Ottava Meraviglia: l’Esercito di Terracotta cinese incanta Napoli
  2. Avellino. Mostra "Giovan Francesco Gonzaga e il suo Novecento"
  3. Napoli. Mostra INTRUDERS
  4. Successo di pubblico al Vernissage della mostra “L'Arte per costruire la Pace”
  5. Goya e Guido Reni Tesori d’arte al PALP a cura di Pierluigi Carofano
  6. L'Arte per costruire la Pace MOSTRA E CONCORSO
  7. Avellino, Palazzo Vescovile. Mostra d'arte ''La Madonna di Fatima e l'Arte Sacra''
  8. La Custodia di Terra Santa - Una Mostra Biblica a Napoli per commemorare l’VIII Centenario della presenza Francescana in Terra Santa
  9. Mostra a Dubai. Italian Vanity Art Exhibition
  10. Kokocinski. La Vita e la Maschera: da Pulcinella al Clown. Fino al 5 giugno al MANN
  11. Napoli. “Assemblaggi creativi - bambini e ragazzi con Joseph Beuys al MANN”
  12. I TRATTATI DI ROMA Mostra fotografica di Carlo Riccardi
  13. Mostra "Il Viaggio di Mastorna. Il sogno di un film messo in scena"
  14. HELMUT NEWTON. FOTOGRAFIE White Women / Sleepless Nights / Big Nudes
  15. “Centosessanta anni di carattere” delle Officine Grafiche Francesco Giannini & figli (1856 – 2016)
  16. Al Santuario l’arte del presepe in mostra
  17. LEFT BEHIND a cura di Luca Beatrice
  18. Davide Calimani e Michele Crameri due reporter per Mediterraneo: fotografie tra terra e mare
  19. VERITAS FEMINAE mostra d’arte
  20. Caserta – Mostra “Dai disegni di Vanvitelli, gioielli per una reggia”
  21. Incontro con la figura e l’opera dell’artista Angelo Cesselon a Velletri
  22. Museo Duca di Martina, Villa Floridiana Oltre la tradizione ceramica
  23. A Napoli "La Notte del Contemporaneo"
  24. CRYPTICA Scenari sotterranei del senso
  25. Napoli. La Ceramica Bauhaus, una finestra sul modernismo. Alla Galleria Arti Decorative dal 13 ottobre