Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

  • Categoria: Mostre
  • Visite: 257

Accademia di Belle Arti di Macerata presenta "Il gioco delle parti tra scultura, pittura e restauro" a cura dell’Istituto di Restauro Marche 15 luglio – 2 settembre 2023

Accademia di Belle Arti di Macerata

presenta

 Il gioco delle parti tra scultura, pittura e restauro

a cura dell’Istituto di Restauro Marche

15 luglio – 2 settembre 2023

Inaugurazione sabato 15 luglio ore 18.30

Palazzo Servanzi Confidati

San Severino Marche

 

 

700x870 sanseverinomarche 250Nell’ambito del programma ‘Accademia in Gioco’ ideato dall’Accademia di Belle Arti di Macerata in occasione delle celebrazioni per il Cinquantesimo anniversario dalla sua fondazione, gli studenti della Scuola di Restauro si presentano al pubblico con una mostra di opere del territorio da loro restaurate, provenienti dall’Arcidiocesi di Camerino e San Severino Marche e dal Comune di San Severino Marche che ospita l’esposizione.

Una mostra-laboratorio di restauro aperto a tutti, con l’obiettivo di avvicinare un pubblico ampio alle tematiche e alla complessità del restauro attraverso l’esperienza diretta.

Le opere in mostra sono in parte restaurate, altre in corso di restauro proprio in questa sede. Nella prima sala è allestito il laboratorio aperto di restauro in cui studentesse e studenti, rispondenti ai nomi di Lucrezia Nuzi, Elena Lasca, Eleonora Iacopini, Matteo Ottaviani, Chiara Paolucci, Martina D’Abbondio e Chiara Lucignano, lavoreranno ad alcune opere tra cui l’Annunciazione di Antonio Liberi del XIV secolo e il Beato Domenico; Santo Saccone e Beato Masseo in corso di datazione. La seconda sala è dedicata ad alcuni restauri conclusi risultati particolarmente interessanti come Sant’Ippolito Martire poi scoperto San Severino dopo l’intervento di pulitura che ha svelato il dipinto originale, e la Madonna del Rosario, un olio su tela del XVII secolo, che ha rivelato frammenti di dipinti pregressi. La terza sala è dedicata ai vescovi di San Severino Marche, i ritratti realizzati nel corso dei secoli che i laboratori di restauro hanno contribuito a recuperare.

Il restauro ha, nel nostro Paese, una tradizione importante ed è frutto di una lenta maturazione e di un impegno commisurati al dovere di intervenire su pezzi storici, tutelati, da conservare e restaurare al fine di consegnarli alle future generazioni. L’Istituto di Restauro delle Marche dell’Accademia di Belle Arti di Macerata, si inserisce in questo contesto ed ha visto la frequenza di moltissimi studenti che negli anni, attraverso una didattica pratica e partecipata, hanno portato a compimento il percorso di studi progettando e concretizzando interventi di restauro nella loro interezza, dalla diagnostica alla realizzazione.

La mostra è in collaborazione con il Comune di San Severino Marche e l’Arcidiocesi di Camerino e San Severino Marche, curata dalle docenti Francesca Aloisio e Francesca Longo.

Il laboratorio aperto con gli studenti del corso di restauro dell’IRM sarà fruibile dal 17 al 31 luglio da martedì a sabato dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00

La mostra Il gioco delle parti tra scultura, pittura e restauro fino al 31 luglio sarà visitabile negli orari del laboratorio aperto. Dal 31 luglio al 2 settembre sarà invece visitabile tutta la settimana dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00.

 

ACCADEMIA Di BELLE ARTI DI MACERATA

Piazza Vittorio Veneto 5 (MC)

www.abamc.it / Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Tel +39 0733 405111

FB: facebook.com/abamacerata

IG: abamacerata

YouTube youtube.com/@abamacerata/videos>