Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

La cucina di casa Prometeo

La cucina di casa Prometeo, è la nostra nuova rubrica dedicata all’antica tradizione culinaria campana. Un luogo virtuale dove tutti i nostri lettori potranno condividere le proprie ricette, con la guida dello chef vesuviano Gianluca Cirillo, che contribuirà con consigli, ricette nuove e “antiche”.
La cucina è sintesi perfetta tra la personalità di chi prepara le pietanze, i territori che producono le materie prime e le tradizioni del popolo che la esprime. Insomma il cibo è arte, cultura, per questo non poteva mancare nel nostro giornale uno spazio dedicato a tale forma di espressione che si ripete e rinnova quotidianamente nelle nostre case.

Manda le tue ricette a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Babbà napoletano

baba4Per la preparazione occorrono:

- 400 gr. di farina                               - una bustina di vanillina

- 10 gr. di lievito di birra.                   - 3 uova

- un cucchiaio di zucchero.              - 100 gr. di burro

- un pizzico di sale.                          - un bicchiere di latte tiepido

- 1 limone grattugiato

 Per la bagna:

- 400 gr. Di acqua                            - 400 gr. Di zucchero

- 250 gr. Di rum.                               - scorzette di limone

 

 

 

Procedimento:

In una ciotola mescolo la farina, lo zucchero, la bustina di vanillina e il pizzico di sale. Aggiungo poi le uova e il burro ammorbidito e continuo a mescolare. Intanto riscaldo il latte e lo verso a filo sull'impasto e faccio sciogliere il lievito in esso avendo cura di amalgamare bene tutto l’impasto. Continuo ad amalgamare energicamente per cinque minuti finchè l’impasto formi delle bolle. A questo punto copro con la pellicola e lascio a riposare per circa un’ora, finchè sarà aumentato di volume. Dopo un’ora prendo l’impasto e lo lavoro ancora per cinque minuti, poi lo verso in uno stampo alto col buco centrale che precedentemente ho imburrato e infarinato.  Adesso il nostro babà deve continuare a lievitare ancora per un paio di ore. Quando sarà raddoppiato di volume, lo si cuoce in forno ventilato preriscaldato a 200 gradi per circa 30 minuti. (Bisogna controllare la cottura con uno stecchino)

baba1

baba2baba3

Nel frattempo procedo con la bagna.

In un pentolino metto l’acqua, il rum, lo zucchero e le scorzette di limone. Porto a ebollizione e mescolo finchè lo zuccherò sarà sciolto. Tolgo dal fuoco e lascio raffreddare dopo aver tolto le scorzette di limone dallo sciroppo ottenuto. A questo punto preparo un piatto da portata con i bordi alti dove sformare il babà e procedere con il bagno di sciroppo di rum. Bucherello il babà con uno stecchino per favorire l’assorbimento del liquido. Per ultimare il dolce procedo alla decorazione. Io per queste giornate di primavera l’ho decorato con fiocchetti di panna, fragole e foglioline di menta. A vostro piacimento potete decorarlo con crema di nocciole e panna, o con crema pasticcera e ciliegine candite. 

Ricetta realizzata a cura di Colomba Criscuolo 

COLOMBA RUSTICA

Quest'anno per il pranzo pasquale ho deciso di stupire i miei ospiti con un rustico speciale che ha il sapore del casatiello e la forma della colomba. É per questo che mi sono cimentata nella preparazione della “Colomba rustica”.

Per la preparazione occorrono:
- 500 gr. di farina 00
- 20 gr. di lievito di birra
- un cucchiaino di sale
- un cucchiaio di olio di oliva
- una tazza di acqua tiepida.
- Salumi (salame, prosciutto, pancetta), formaggio grattugiato, provolone, pepe.

 

Immagine1 200 Immagine2 200

Su una spianatoia formo una fontana con la farina, aggiungo il sale, l'olio, e per ultima l'acqua in cui ho sciolto il lievito.

Inizio a mescolare il tutto aggiungendo farina all'occorrenza fino a formare un panetto su cui inciderò una croce.

Metto a lievitare per 2 ore. 

Intanto preparo i salumi e i formaggi che taglio a cubetti.

 

Immagine3 200 Immagine 4 200
Trascorse le 2 ore stendo con un matterello la pasta che ungo con un bicchierino d'olio spargendolo bene su tutta la superficie, proseguo aggiungendo i salumi, i formaggi e il formaggio grattugiato mescolato al pepe.

 

Immagine5 200 Immagine7 200

 Successivamente arrotolo l'impasto con il ripieno fino a formare un torciglione.

 Taglio il torcigilione in tante fette e con le mani leggermente unte di olio;

 

Immagine8 200 Immagine9 200

lavoro le fette in modo da formare delle piccole pagnottelle che dispongo nella forma della colomba fino al completo riempimento di questa.

 L'impasto così disposto nella forma deve lievitare per altre 2 ore circa. 

                                                                                                                                                       

Trascorse queste 2 ore riscaldo il forno a 200° e quando é ben caldo, inforno la colomba per circa 45 minuti.

  Immagine10 250

 

Il risultato è un rustico da consumare sia come antipasto accompagnato da fave e formaggi, sia come pane per accompagnare la carne alla brace.


Buon Appetito e Serena Pasqua!

 

Ricetta realizzata a cura di
Colomba Criscuolo

Prosciutto di maiale con carciofi e pancetta

9

 Oggi voglio farvi assaggiare una ricetta di facile esecuzione ma squisitamente adatta come secondo.

Ingredienti:

  • 1 fetta di prosciutto di maiale tagliata a libro
  • 200 gr di pancetta di maiale a fettine sottili
  • 500 gr di cuori di carciofi
  • Olio di oliva
  • Sale pepe 
  • Carote sedano e cipolla q.b.

 

Preparazione

In una padella fate saltare i cuori di carciofi, precedentemente sbollentate, con un filo d'olio sale e pepe. In un tegame preparate il soffritto con olio cipolla tagliata sottile, carote e sedano.

 

1

23

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Avvolgete la carne col suo ripieno aiutandovi con un foglio di pellicola. Legate il pezzo di carne con uno spago da cucina e fatelo rosolare nel tegame col soffritto.

5

6

7

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Proseguite la cottura bagnandolo ogni tanto con del brodo avendo cura di non farlo asciugare troppo. Dopo una cottura di circa 40 minuti potete spegnere il fuoco. Una volta raffreddato potete tagliarlo a fette e servirlo col suo brodo di cottura.

Buon appetito!

Ricetta a cura di Colomba Criscuolo

FESTA DELLE DONNE. Pizza mimosa

pizza mimosa 6

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per la festa delle donne voglio preparare la "Pizza mimosa". È una ricetta facilissima, per la quale non occorre molto tempo e ho voluto dedicarla alle donne ucraine per questo l'ho decorata con le viole blu.

Ingredienti per l'impasto:

  • 500 gr. di farina 00
  • un pizzico di sale
  • un cucchiaio di olio d' oliva
  • un dado di lievito di birra
  • acqua tiepida

Per la farcitura:

  • 300 gr di mais in scatola
  • 300 gr di provola
  • 100 gr di prosciutto cotto
  • qualche cucchiaio di panna da cucina
  • formaggio grana grattugiato
  • sale, pepe
  • olio d'oliva

 

Preparazione:

Sciogliete il lievito in 1/2 bicchiere d'acqua tiepida. Su una spianatoia disponete la farina a fontana, versate l'acqua con il lievito e il sale e iniziate a impastare il composto fino ad ottenere un composto liscio. All'occorrenza aggiungete farina o acqua. Ponete il panetto in un contenitore coperto con un canovaccio e lasciate lievitare fino al raddoppio del volume (circa 2 ore). Trascorso il tempo stendete l'impasto in una teglia oliata (in alternativa potete utilizzare carta da forno), procedete con la farcitura.

pizza mimosa 1

pizza mimosa 5pizza mimosa 2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Disponete sulla pasta un po’ di panna e distribuitelo con un cucchiaio. Coprite col prosciutto a fette. Sopra metteteci la provola a fettine sottili e infine aggiungete il mais. Un filo d’olio d’oliva, sale, pepe e formaggio grattugiato. Riscaldate il forno a 220 gradi e una volta raggiunta la temperatura infornate per circa 20 minuti.

Colomba Criscuolo

CARNEVALE IN TAVOLA. Stinco alla birra

stinco alla birraIl periodo di Carnevale si presta alla realizzazione di svariate ricette sia salate che dolci.
Ricercando un po' nella tradizione partenopea ho trovato delle interessanti modifiche di alcune di queste.
Se la lasagna, con le sue numerose versioni, è il primo piatto protagonista del carnevale, tra i secondi il maiale la fa da padrone prestandosi in gustose preparazioni.

Ho trovato questa ricetta molto interessante e succulenta: "Stinco di maiale alla birra".

È di facile realizzazione, adatta anche ai meno esperti di cucina, ma il risultato finale è sicuramente d’effetto.

Occorrente:
- 1 stinco di maiale disossato e legato,
- 1 litro di birra
- aromi da inserire nello stinco prima di legarlo (rosmarino, salvia)
- cipolla
- sedano
- un paio di patate tagliate a cubetti
- olio


Preparazione:
In una padella rosolare lo stinco con cipolla e sedano. Girarlo finché sarà ben bene rosolato in tutte le parti. Trasferirlo in un tegame da forno aggiungendo la birra fino quasi a coprirlo e le patate tagliate a tocchetti, salare e continuare la cottura in forno per circa 2 ore. Controllare spesso avendo premura di non farlo asciugare troppo.

Quando sarà cotto tirarlo fuori dal tegame e affettarlo.

Intanto schiacciare con un cucchiaio le patate del fondo di cottura in modo da renderlo cremoso, nel caso fosse troppo liquido asciugarlo ancora un pò sul fuoco.
Impiattare versando con cura un pò di fondo di cottura su ogni fetta.

Volendo si può completare il piatto con qualche verdura grigliata o con carote cotte al vapore.

Buon appetito e buon martedì grasso

Rosanna Sannolo