Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Festival Teatro XS città di Salerno 2022, secondo appuntamento

la stranissima coppiaIl 13 marzo “Quelli che il Teatro…” di Mugnano di Napoli hanno presentato al Teatro Genovesi, nell’ambito del Festival   Nazionale Teatro XS Città di Salerno, “La stranissima coppia” di Diego Ruiz.

Ad apertura di sipario, dinanzi al portone del civico 62, c’è un lui con un mazzo di fiori finti in mano, ad attendere una lei, è il loro primo incontro! Un sottofondo musicale romantico, la voce è di Frank Sinatra, chi se no, stempera l’attesa di Diego, questo è il suo nome, che tenta, invano, di calmare la sua ansia. Il portone non si apre, ma Milena, così si chiama la donna attesa, le appare lo stesso, ha, infatti, scavalcato, la finestra per raggiungerlo e raggirare così il suo cane Filippo, che nel prosieguo sarà determinate per lo svolgimento della storia. Inizia, così, una convulsa conoscenza, le loro esperienze pregresse hanno fatto danni quasi irreparabili, di mezzo, c’è, poi, il cane Filippo, che se non s’addormenta, la padrona non è libera di uscire con lui. Nell’attesa di una romantica cenetta, prenotata da Diego, in un ristorante alla page, ma versata da lei che preferirebbe una pizzeria, sul portone, come due adolescenti approfondiscono la conoscenza. Si viene a sapere della convivenza indimenticata di lui, della sua solitudine, perché incapace di attaccar bottoni, se non per una relazione seria, di lei, invece che è stata tradita da Filippo, suo marito, che ha avuto vari uomini da cui ha avuto benefici e che per essere loro, riconoscente, finite le storie, chiama i suoi animali domestici con il loro nome.

Si avvicinano e si allontanano, litigano su tutto, difficile trovare un punto in comune. Intanto Filippo, il cane, non s’addormenta mugola a perdifiato, impedendoli di allontanarsi dal portone, la cena nel ristorante va a monte, ma nessuno dei due decide di non dare seguito all’incontro, la solitudine pesa. A sbloccare la situazione, ci pensa Milena, appena saputo che il buon Diego, sì lui, così anonimo, che regala fiori finti e veste classico, è un impiegato delle agenzie dell’entrate

“Non giudicare, tu non puoi capire” è la frase mantra che Milena cita ogni volta che deve giustificare le sue avventure.

Così finiscono per passare una serata seducente a casa di lei e Diego sarà il nome del prossimo animale domestico

Due tempi accettabili, che si avvicinano alle commedie brillanti e leggere che tanto piacciono, soprattutto adatte per questi tempi così impegnativi per lo spirito. Il testo è semplice, prevedibile ed anche l’intreccio scorre su binari sicuri. Poche le battute divertenti, sta di fatto, però, che “La stranissima coppia” scritta da Diego Ruiz nel 2013, dopo un primo debutto del 2014, nel 2015 ha collezionato 150 repliche nei teatri di tutta Italia.  L’autore, anche attore, nasce a Roma nel 1971 e spazia tra commedie e teatro sperimentale prima di approdare definitivamente al teatro brillante. Gianluca Cinque, interprete e regista del pezzo, ha tratteggiato, con una recitazione positivamente disadorna, l’uomo qualunque, mentre Angela Panico ha dato vita, con una certa forza, ad una Milena nevrotica, stridula e prepotente. Entrambi efficaci nei loro ruoli, è stato un piacere averli in gara e presenti per la prima volta al Festival XS. Commovente la loro emozione per la trasferta salernitana

Direttore di Scena: Gaetano Fierro

Tecnico audio e luci: Danilo Barone

Scenografia: Gianluca Cinque

Fotografo di scena: Luca Ippolito

 

                           Regia

                  Gianluca Cinque

 

Maria Serritiello