Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Salerno

  • Scritto da Maria Serritiello
  • Categoria: Lapilli Salerno
  • Visite: 639

Peppe Barra in concerto ai “Barbuti” di Salerno per i trent’anni del Teatro

LAPILLI peppe barraCosì scrive Peppe Barra, su di un lato di cartoncino azzurro, sull’altro la sua immagine a mezzo busto, in omaggio al pubblico, accorso al suo concerto, per i 30 anni del Teatro dei Barbuti di Salerno.

“…c’è voluto l’amore di Peppe Natella per dare vita ad un fenomeno culturale durato trent’anni. Era un lontano agosto del 1983 quando fu inaugurato appunto il Teatro dei Barbuti che ha funzionato e continua a rappresentarsi come punto di riferimento importante di una città attenta alla cultura come Salerno…”

E dopo il dovuto riconoscimento per chi si è prodigato e lo fa tutt’ora a che il Teatro dei Barbuti, detto così dalla zona longobarda del centro storico della città, vada avanti, anche senza aiuti se non quelli e solamente dell’Amministrazione Comunale, l’aedo Barra si rivolge ai giovani

 “…vedere questo brutto sole nero che calcifica le menti e l’anima di parecchi giovani è il peggiore dei supplizi; è triste vedere piccoli e stupidi icari volare nel cielo della banalità e del cattivo gusto… Concludo augurando ai giovani che l’esempio del Teatro dei Barbuti possa insegnare che la bellezza esiste soltanto quando una bellezza interiore ed il lavoro la esorcizzano e lottano contro la sua distruzione”

Ecco Peppe Barra, l’artista unico di un genere che tocca le corde più profonde, le popolari, ma raffinate e colte, per essere il tracciato di chi ci ha preceduto, cui la mia generazione (ndr) si è trovata a scoprire, ci rende, con il suo scritto, una lezione di stile e di laboriosità senza fine.

Il 22 agosto scorso la serata ai Babuti inizia con l’assegnazione del Premio Perrotta 2015 al Maestro Mario Carotenuto, un valore in assoluto tra gli artisti salernitani e tra quelli nazionali, che lo stesso Peppe Barra, storico suo amico, premia, per continuare con il concerto dell’artista procidano.  Lui sempre lo stesso, con gli anni che avanzano, 71 dichiarati, capo coperto, vestito color porpora, nel cambio poi nero, porta in scena con il suo corpo la musica, essendo egli stesso dentro ad essa. Il ritmo, arrangiato da cinque valenti musicisti, si propaga e la voce possente dai tanti registri di Peppe ghermisce benevolmente i presenti. In sequenza si ascoltano: Lu vasillo, di un anonimo dell’800 e Vasame di Enzo Gragnaniello, poi, in omaggio a Bob Marley, la sua (No Woman, No Cry) l’ha mutata in «No, nun chiaggnere chiù». Una versione, la sua, di grande impatto sia per l’incomparabile forza della voce che per la rabbia impressa nel canto. Divertente, invece, “la Pansé” di Rendine Pisano, maliziosamente divertente, come il racconto dell’innamoramento di una “cacatella e di uno strunz” ovvero “Idillio‘e’mmerda” di Ferdinando Russo. Si torna ad essere colmati di musica, di suoni gutturali, di voce estesa e tesa fino all’inverosimile con il “ Uallarino”, ovvero il tacchino, trasformazione tutta napoletana del’inglese “young turkey” ed ancora, un blues lento ed isterico lo “Shampoo” di Gaber, per essere trasportati nella poesia pura e nella malinconia più struggente con “Cammina, Cammina” di Pino Daniele, un suo personalissimo omaggio e un dono per chi lo ascolta, ma ecco che si siede, l’ha sempre fatta seduta ed anche questa volta, la “Tammurriata nera”, con musica di E .A. Mario e  testo di Edoardo Niccolardi. Quando il ritmo diventa frenetico e lui grida “Fuie Carmelì, fuie”, i brividi di quell’onta sulle donne si sente ancora nelle  carni. Questo è Peppe Barra capace di farci entrare, con le sue interpretazioni dal di dentro delle stesse emozioni che canta. Ci saluta con “Uocchie c’arragiunate” per ricordare l’insostituibile madre, Concetta Barra, il suo incipit di uomo e di artista.

Maria Serritiello

  • Scritto da alla redazione
  • Categoria: Lapilli Salerno
  • Visite: 510

Enzo Avitabile e i Bottari in concerto a Cetara

LAPILLI enzo avitabile e i bottariGiovedì 27 agosto alle ore 21:00, in Largo Marina di Cetara, si terrà il concerto di Enzo Avitabile con “I Bottari di Portico”. Un appuntamento d’eccezione con la musica che conferisce un particolare lustro alla programmazione estiva del borgo marinaro, fortemente voluta dall’amministrazione guidata dal sindaco Secondo Squizzato e dall’assessore alla Cultura, Angela Speranza, che ha così commentato la scelta di offrire ai turisti e ai cetaresi il concerto gratuito di Avitabile: “La stagione estiva cetarese è stata contrassegnata da tantissimi eventi che hanno incontrato il gusto di tutti i target: abbiamo offerto una programmazione varia e di alto profilo: dal teatro alla musica, alla gastronomia, alla poesia ai percorsi culturali. Il nostro impegno è sempre stato massimo e ci sembrava giusto chiudere l’estate con un artista di questa levatura”. Il concerto si preannuncia “caldo”, con Enzo Avitabile al sassofono tenore e voce; Gianluigi Di Fenza alla chitarra; Raffaele D’Amico alla botte; Carmine Pascarella alla tromba; Antonio Bocchino al sassofono baritono; Gianpaolo Palmieri al basso; Diego Carboni alle tastiere; Mario Rapa alla batteria; Carmine Romano, capopattuglia; Massimo Piccirillo alla falce; Raffaele al tino; Francesco Stellato al tino; Salvatore Guida al tino; Raffaele D’Amico alla botte. I numerosi musicisti che saranno sul palco promettono una fusion straordinaria, in cui la musica folk è arricchita dal suono prodotto dai percussionisti  con botti, tini e falci: strumenti insoliti per la musica che cadenzano gli antichi ritmi processionali. D’altra parte Avitabile ha sempre avuto una naturale predisposizione alla contaminazione con musicisti sia “istintivi” sia molto raffinati con una consolidata notorietà di interprete di soul-blues partenopeo e collaborazioni, per citare alcuni nomi importanti della sola musica nera, con James Brown, Tina Turner, Richie Havens, Afrika  Bambaataa e Randy Crawford. Ad aprire il concerto di Avitabile sarà il gruppo musicale “I Medina Band” alle ore 20,30. L’evento è stato organizzato anche grazie al contributo di Olitalia, Antonio Amato e delle attività commerciali, i ristoratori e i B&B di Cetara. Si può raggiungere Cetara via mare con i traghetti da Salerno (molo Masuccio) alle ore 20,00 e 20,30, con ritorno alle ore 00,30. Partenza anche dal porto di Maiori per Cetara alle ore 20,30. Per chi giunge via terra, parcheggi disponibili a Cetara in via Corso zona Cannillo e parcheggio comunale in piazza M. Nicoletti. Ingresso gratuito.

Altri articoli...

  1. Aperta la rassegna nazionale dell’editoria “Un Libro sotto le Stelle”
  2. A Teggiano (Sa) per tre giorni "Alla tavola della principessa Costanza"
  3. Tornano le Historiae Volceiane a Buccino: cultura ed enogastronomia formula vincente
  4. Buccino, Volcei Wine Jazz e Historiae Volceianae. La cultura è servita
  5. Cava de’ Tirreni. Artist for Peace.
  6. Acerno. "Colori in libertà" Collettiva d'Arte
  7. Salerno. Premio Charlot, XXVII edizione
  8. Presentato al Castello di Arechi di Salerno l’ "Amleto”
  9. I Concerti d’Estate di Villa Guariglia in tour dal 21 luglio al 6 agosto
  10. “Design on the coast” , “Chorus Verona” e “Notte delle lampare” animano il borgo marinaro di Cetara.
  11. Ton Pret il famoso design olandese che ama Salerno
  12. I Castellani di Giovi al Parco Mercatello di Salerno per la rassegna “Estate al Parco”
  13. Ivan Pili "L’essenziale è Visibile agli occhi"
  14. Presentazione Minori Art Open Space e Brand turistico Comune di Minori
  15. A Rufoli (Sa) venticinquesima sagra "Lagane e Ceci”
  16. A Salerno la sesta tappa della storica regata Venezia - Montecarlo
  17. “Incontro con le Arti” attraverso Miti e Leggende della città di Salerno
  18. A Salerno il coro sloveno di solo voci maschili “Vokalna akademija Ljubljana”
  19. Presentata la XXVII edizione 2015 del Premio Charlot Salerno
  20. Antonio Perotti ed Umberto Palermo, asse Salerno-Torino
  21. Notti bianche 2015 dal 3 al 5 luglio a Salerno
  22. Festival Salerno Letteratura
  23. Salerno. Mostra d'arte "Sguardo sul mondo"
  24. Il Salerno in Fantasy sta tornando!!!
  25. Infiorata di Ogliara (Sa) alla sua sesta edizione