Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Salerno

  • Scritto da Maria Serritiello
  • Categoria: Lapilli Salerno
  • Visite: 704

Al civico 63 di Via Lungomare Colombo di Salerno, un prolungamento del Centro Campano di Cultura “Luigi Francavilla”

luigi francavillaUna serata all’insegna dell’amicizia e dello stare insieme semplicemente, al civico 63 di Via Lungomare Colombo di Salerno. Giovanni Paracuollo, musicista, presidente del Centro Campano di cultura “Luigi Francavilla”e del movimento Città Virtuale sta cercando proseliti e collaboratori per creare un punto d’incontro ove concretizzare gli intenti del suddetto movimento. Il centro campano di cultura dedicato a “Luigi Francavilla” trombettista salernitano, ritenuto da Ennio Moricone, pluripremiato compositore italiano, il più grande trombettista di tutti i tempi, da sempre porta avanti un discorso culturale a largo raggio, comprendendo musica, pittura, poesia, danza, teatro e letteratura. Ed infatti la serata di sabato 17 ottobre è stata allietata dalla musica e dalla bella voce di Maria Buonincontro, dall’arte pittorica di Sabato Catapano e dagli assaggi gustosi e ben preparati dal “Delirium pub”. Dieci le opere in mostra del maestro Sabato Catapano, nativo di Nocera Inferiore, che vanta un curriculum come scenografo di tutto rispetto, per lavori comparsi in RAI, Canale 5 e in vari teatri della capitale e all’estero. Lo stesso Catapano definisce la sua pittura post-moderna, ovvero osservazione della natura selvaggia. Usa per dipingere coltelli, retine di ferro e spatole di varia flessibilità. Ritiene di essersi rifatto alle pitture del Tiepolo e di Giulio Romano. Molti sono stati gli ospiti della serata che non hanno lesinato la loro collaborazione ad un karaoke improvvisato dalla vivace e giovane Martina, in questo senso pregevole l’esibizione dell’arzillo Sabatino De Luca, con una passione smodata per la musica. Nessuna meraviglia, dunque, quando, per imitare il compianto Mario Merola, nel suo cavallo di battaglia “0 zappatore” è apparso col cappello a larghe falde e il classico mantello a ruota. L’appuntamento per il prossimo fine settimana è lo stesso Giovanni Paracuollo a darlo ai presenti che non hanno fatto mancare la loro promessa di esserci ancora.

Maria Serritiello

  • Scritto da Ferdinando Bianco
  • Categoria: Lapilli Salerno
  • Visite: 465

Picentini Arte 2015 1° Rassegna d’Arte Contemporanea

picentini arteIl 17 ottobre, presso il Palazzo della Cultura di San Cipriano Picentino, patrocinata dallo stesso Comune, è stata inaugurata la 1° Rassegna d’Arte Contemporanea alle ore 19,30, nata da un’idea del M° Maurizio Gallo e che si è avvalsa della direzione artistica del Dott.re Giuseppe Carabetta.

La rassegna, oltre alle opere di validi artisti salernitani e non, ospiterà altri eventi di vario genere, dalla danza, alla letteratura noir e alla poesia con l’intervento di importanti personalità del mondo dell’arte e del giornalismo. Chiuderà i battenti il 25 ottobre 2015.

Abbiamo citato prima il M° Gallo e il Dott. Carabetta ma corre l’obbligo di affiancare ad essi il nome del Dott. Aievoli Gennaro, Sindaco di San Cipriano P. perché è stato solo grazie all’inesauribile impegno di essi se tale rassegna ha potuto vedere la luce. Ad essi va il nostro ringraziamento e il nostro plauso con l’auspicio che altri uomini di buona volontà e armati dello stesso spirito di sacrificio e passione per l’arte, vogliano raccoglierne il testimone e farsi garanti di una diffusione a largo raggio dell’afflato artistico che li anima.

Interessantissimo il cast degli artisti che hanno voluto onorare con la presenza della loro creatività la rassegna stessa e variegato lo stile e la natura delle opere esposte che vanno dal legno combusto di Pasquale Ciao di Eboli, al vaso scultura in maiolica lustrata di Pasquale Liguori, dalla ceramica grezza di Antonella Mercedes Leone, alla ceramica invetriata smalto in rilievo di Antonio Perotti, dal pendente in oro e brillanti di Rosmundo Giarletta, maestro orafo, al rame lavorato a sbalzo di Maurizio Gallo. Splendida l’illustrazione grafica di Antonio Boffa, già nome illustre dell’arte contemporanea, operante per lo più nella città di Milano, così come piacevole e godibile l’opera della Ida Mainenti assieme al paesaggio inconfondibile di Atrani di Giuseppe Carabetta, innamorato della divina costiera. Non mancano spunti interessanti nelle opere di Giancarlo D’Angelo, Enzo Rosamilia, Ferdinando. Rosamilia e Lino. Vairetti. Poesia naif nell’opera di Peppe Rosamilia, tormento sociale in quella di Angelo Lazzano col suo attualissimo e mai abbastanza deprecato femminicidio. Franco Sortini ci testimonia il suo amore per Salerno, mentre Eugenio Siniscalchi ci invita a visitare Santa Maria a Mare. Un discorso a parte meritano le opere di Antonio Apicella, Ferdinando Vassallo, Daniela. Sabato, Anna Avossa ed Elena Savokhina che ci rimandano ad un mondo per molti versi lontano e intrigante, ora triste ora nostalgico, ora oscuro ora inquietante.

L’unicità delle opere costringono a procrastinare un giudizio sul reale valore artistico delle stesse in attesa di un esame più completo della produzione globale dei vari artisti, anche se per alcuni di essi, vedi Boffa, Perotti, Ciao, Mainenti e altri, la lunga militanza artistica parla già e in varie lingue della loro bravura.

Augurando lunga e fortunata vita ad una Rassegna che, per aver voluto privilegiare una sede non centrale, ha già testimoniato non solo amore e passione per l’arte ma anche una territorialità spesso e ingiustamente denigrata.

Ferdinando Bianco

Altri articoli...

  1. La solita Salernitana lascia i 3 punti all'Entella
  2. Domenica 18 ottobre il Convegno “Salerno, un porto sul Mediterraneo”
  3. Mostra Pittorica di Lucia Schiano
  4. Il Messi di Fisciano spegne la Salernitana
  5. Giornata del contemporaneo 2015 al Museo Città creativa di Ogliara
  6. Alla Caffetterie di Via Torretta 24 di Salerno presentato Carlo Escoffier pronipote del re dei cuochi Auguste Escoffier
  7. Una Salernitana troppo brutta perde 4 a 0 a Crotone
  8. Ancora Gabionetta. Salernitana batte Ternana 2 a 1
  9. La Salernitana rimonta in 10. 1-1 a Pescara
  10. Una brutta Salernitana perde in casa contro lo Spezia
  11. Il Mito, dai Vasi Attici al Web
  12. La Salernitana rimonta con l'uomo in meno. 2 a 2 al Rigamonti di Brescia. Campani secondi dietro il Livorno a 4 punti
  13. “Zevi Show”, nell’omonimo quartiere di Salerno sesta edizione
  14. Le maglie della Salernitana in mostra a Palazzo Genovese
  15. Paolantoni, artista Pop Art, in esposizione a Salerno
  16. Salernitana-Avellino. Spettacolo sul campo e sugli spalti. Quattro gol e 22mila spettatori all'Arechi
  17. “R…Estate giovani” lo dice ai piccoli l’associazione “Campanile” di Ogliara
  18. Intervista al Maestro Mario Carotenuto, premio Mario Perrotta 2015
  19. Peppe Barra in concerto ai “Barbuti” di Salerno per i trent’anni del Teatro
  20. Enzo Avitabile e i Bottari in concerto a Cetara
  21. Aperta la rassegna nazionale dell’editoria “Un Libro sotto le Stelle”
  22. A Teggiano (Sa) per tre giorni "Alla tavola della principessa Costanza"
  23. Tornano le Historiae Volceiane a Buccino: cultura ed enogastronomia formula vincente
  24. Buccino, Volcei Wine Jazz e Historiae Volceianae. La cultura è servita
  25. Cava de’ Tirreni. Artist for Peace.