Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

  • Categoria: Attualità
  • Visite: 100

G20 cultura, Casini (MiC): armonizzare e riallineare i contenuti della formazione alle reali esigenze del patrimonio culturale

10602 mibac lorenzo casini nuovo capo di gabinetto 100“La cooperazione, il dialogo, lo scambio di idee e di migliori pratiche tra gli Stati sono essenziali per promuovere la formazione e la conoscenza. A tal fine, il patrimonio culturale e la cultura sono uno strumento straordinario e insostituibile e sono anche la migliore garanzia possibile non solo contro l'odio, la discriminazione e la violenza, ma anche per favorire l'uguaglianza e per assicurare una migliore tutela dei diritti umani”. Così il capo di Gabinetto del Ministero della cultura, Lorenzo Casini, professore ordinario nella Scuola IMT Alti studi di Lucca, ha aperto questa mattina il webinar dal titolo “Building Capacity through Training and Education – Human Capital, the Driver of Culture-led Regeneration” che ha chiuso il ciclo di conferenze internazionali organizzate dal Ministero della cultura in vista del prossimo G20 Cultura che si terrà a Roma a fine luglio.

“E' necessario armonizzare, riallineare i contenuti della formazione e dell'istruzione alle reali esigenze di professionalità, anche completando i percorsi con nuove discipline e competenze” ha sottolineato Casini.

All’incontro hanno partecipato esperti, studiosi e operatori di tutto il mondo, dai quali sono state raccolte proposte e riflessioni che alimenteranno la discussione della riunione ministeriale G20 del 29 e 30 luglio che sarà presieduta dal ministro Dario Franceschini.

Le tematiche culturali sono una peculiarità della Presidenza italiana che le ha volute inserire tra i pilastri fondamentali su cui costruire una solida ripartenza. La scelta di prevedere una riunione ministeriale dedicata conferma inoltre la linea avviata nel 2017 quando, a Firenze, si è tenuto il primo G7 Cultura la cui dichiarazione finale ribadiva l’impegno degli Stati a prevedere all’interno dei grandi summit internazionali riunioni dei Ministri della Cultura e delle organizzazioni internazionali.

Sulla pagina www.beniculturali.it/g20webinar tutto gli interventi del ciclo di webinar.