Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

  • Categoria: Appuntamenti
  • Visite: 374

LUCCA. PIANETA TERRA FESTIVAL

PIANETA TERRA FESTIVAL

Le comunità naturali

Da giovedì 3 a domenica 6 ottobre 2024 a Lucca

Tra gli ospiti: Roberta De Monticelli, Dario Fabbri, Vittorio Gallese, Vittorio Lingiardi, Daniela Silvia Pace, Telmo Pievani, Gaia Vince, Alice Rohrwacher

  

CS PTF 24.06.2024 250Anche quest’anno Lucca sarà il magnifico teatro urbano che ospiterà la terza edizione di Pianeta Terra Festival, diretto da Stefano Mancuso, ideato, progettato e organizzato dagli Editori Laterza e promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

La manifestazione si terrà da giovedì 3 a domenica 6 ottobre 2024, in alcuni dei luoghi più suggestivi della città, tra cui: la Chiesa di San Francesco, Palazzo Ducale, L’Orto Botanico e, per la prima volta, la Casa del Boia. 

Le comunità naturali sarà il tema generale che attraverserà gli incontri, i dialoghi, le lezioni e gli spettacoli di questa edizione.

Come e perché le specie viventi costituiscono le comunità? Quale principio le governa? “In barba al senso comune che vede nella competizione il motore di una comunità per far fronte alla scarsità di risorse disponibili – dice il direttore del Festival, Stefano Mancuso – è il mutuo appoggio il sistema più efficiente per garantire la sopravvivenza di tutti. Se ragioniamo in termini di specie, il mutuo appoggio è un’opzione naturale, ancor prima di diventare una scelta morale”.

I tanti ospiti mostreranno come le relazioni fra gli esseri viventi sono incredibilmente più complesse di quanto immaginiamo e sono governate da forze molto diverse dalla semplice competizione. Scopriremo che è la cooperazione, la cui azione agisce indifferentemente dal livello degli individui a quello delle comunità, uno dei

motori fondamentali dell’evoluzione. È, infatti, la cooperazione la forza attraverso la quale la vita prospera, la vera forza trainante che decide il destino degli esseri viventi.

 

Terza edizione: ‘Le comunità naturali’

Durante i quattro giorni di festival, saranno oltre 90 gli eventi che chiameranno a raccolta scienziati, antropologi, filosofi, economisti, scrittori, artisti e innovatori. Personalità di altissimo rilievo come – solo per fare qualche nome – Roberta De Monticelli, già ordinario di Filosofia della persona all’Università di Ginevra e al San Raffaele di Milano, direttore della rivista internazionale “Phenomenology and Mind” e del Centro di ricerca PERSONA; Dario Fabbri, uno dei massimi esperti italiani di geopolitica, direttore della rivista Domino; Vittorio Gallese, neuroscienziato cognitivo, uno degli scopritori dei neuroni specchio; Vittorio Lingiardi, psichiatra e psicoanalista, docente di Psicologia dinamica alla Sapienza di Roma; Daniela Silvia Pace, docente di neuroscienze e direttore vicario del Center for Mind/Brain Sciences dell'Università di Trento; Telmo Pievani, filosofo della biologia, esperto di teoria dell’evoluzione e docente di Filosofia delle scienze biologiche all’università di Padova; Gaia Vince, Ricercatrice al University College London, autrice per Nature, The Guardian e Scientific American; Alice Rohrwacher, regista e sceneggiatrice.

Si discuterà di come le specie vegetali e animali costruiscono delle comunità, di simbiosi, di alleanze fra le specie, delle complessità specifiche delle comunità umane e di quelle caratteristiche di ciascuna specie e ancora di biodiversità, sostenibilità, politiche del cibo, paesaggi e fenomeni estremi, del nostro Mediterraneo, e molto altro.

L’obiettivo è osservare e conoscere il modo in cui ogni individuo crea alleanze con gli altri della sua specie e con le altre specie sperimentando quel piccolo miracolo che si avvera quando specie diverse, imparando a stare insieme, stringono una relazione. 

“Pensare alla cooperazione come alla forza principale che agisce in natura – dice Giuseppe Laterza – può aiutarci molto ad agire per il bene del nostro Pianeta”.

Il territorio

“La perfetta convergenza – ha dichiarato il presidente della Fondazione CRL Marcello Bertocchini – tra i valori del Festival e la mission della Fondazione, è ulteriormente confermata dalla tematica di quest’anno. Non a caso in San Francesco asseteremo all’esecuzione della “Nona” di Beethoven da parte dell’Orchestra del Friuli Venezia Giulia con la direzione di Filippo Maria Bressan: niente meglio del celebre “Inno alla Gioia” può infatti celebrare cooperazione e condivisione”.

Pianeta Terra Festival è progettato e organizzato dagli Editori Laterza e promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

La Città di Lucca e la Rappresentanza in Italia della Commissione europea sono partner istituzionali dell’evento.

La manifestazione è resa possibile anche dalla compartecipazione della Camera di Commercio Toscana Nord-Ovest / The Lands of Giacomo Puccini e Confindustria Toscana Nord.

Hanno conferito il loro patrocinio la Regione Toscana e la Provincia di Lucca.

Il Festival si avvale della collaborazione con la Scuola IMT Alti Studi di Lucca, la Scuola Superiore Sant’Anna, l’Università di Pisa, l’Associazione di Fondazioni e Casse di Risparmio, l’Ufficio Scolastico Territoriale di Lucca e Massa Carrara, la Fondazione Campus.

Hanno confermato la loro partecipazione al progetto A11 Venture, l’Associazione Musicale Lucchese, l’Associazione Talea, la Biblioteca civica Agorà, la Fondazione Giuseppe Pera, Green Cross Italia, il Conservatorio di Musica “Luigi Boccherini”, Lucca Comics&Game, il Lucca Film Festival, Lucense, l’Orto Botanico di Lucca e Photolux Festival.

Importantissimo il sostegno di numerosi sponsor. Ad oggi si ringraziano: Banco BPM, Sofidel, Confagricoltura, Ecopol, EOS IM, Findus, Green Utility, Gruppo Hera, RetiAmbiente, Ricola e Toscotec.

Giorgio Tesi Group ha garantito il suo impegno per l’allestimento delle sale dove si svolgeranno gli incontri, a partire dalla conferenza stampa.

Per maggiori informazioni e dettagli consultare il sito del festival pianetaterrafestival.it e i canali social Facebook, Instagram, Twitter e Youtube.