Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

  • Categoria: Attualità
  • Visite: 525

Reggia di Caserta, riunione in prefettura su contrasto agli abusivi Franceschini, solidale con il gestore del bookshop

LAPILLI Logo MiBACT 250Il Direttore Generale Musei del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo Ugo Soragni, il futuro direttore della Reggia di Caserta Mauro Felicori, e l’attuale delegato alla direzione della Reggia Flavia Berardelli hanno incontrato oggi il Prefetto di Caserta Arturo De Felice. L’incontro è avvenuto all’indomani del diretto interessamento del Ministro Dario Franceschini, che il giorno successivo alle minacce ha contattato il gestore del bookshop per esprimergli solidarietà e anticipargli un prossimo intervento anche da parte del ministero per il contrasto all’abusivismo.

Nel corso del lungo e cordiale colloquio sono state valutate tutte le questioni legate alle attuali condizioni del sito con particolare riferimento alla criticità dovuta alla presenza di venditori abusivi all’interno della Reggia e del parco. Nell’occasione il Direttore Generale Musei Soragni ha illustrato al Prefetto le azioni che il MiBACT intraprenderà con il proprio personale per consolidare i notevoli miglioramenti conseguiti negli ultimi mesi grazie all’attivazione di servizi di dissuasione condotti con le forze dell’ordine. Il Prefetto ha assicurato il sostegno delle forze dell’ordine alla prevenzione e alla repressione del fenomeno dell’abusivismo. In particolare, si è valutata l’opportunità di definire con il reparto della Polizia a cavallo ubicato all’interno del Parco ulteriori servizi di pattugliamento e vigilanza.

Al termine dell’incontro, il Direttore Generale Soragni e il dottor Mauro Felicori hanno visitato il bookshop e hanno manifestato la vicinanza dell’Amministrazione all’attuale gestione del servizio di vendita, oggetto di minacce da parte dei venditori abusivi già denunciate ai carabinieri.