Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

  • Categoria: Attualità
  • Visite: 195

Si è appena concluso con successo Aspettando il Tour il ciclismo nei grandi classici del cinema

Si è appena concluso con successo

Aspettando il Tour

il ciclismo nei grandi classici del cinema

ideato e organizzato da

FRANCE ODEON e Institut Français Italia

che ha coinvolto Piazza Ognissanti e il Piazzale degli Uffizi

con proiezioni all’aperto e altri eventi

per 5 sere dal 25 al 29 giugno in attesa del Tour de France

 

Aspettando il Tour 1 250Con la partenza del Tour de France da Firenze, si è concluso Aspettando il Tour, il ciclismo nei grandi classici del cinema. Rassegna ideata e realizzata da France Odeon insieme all'Istituto Francese Italia e il Comune di Firenze per l'Estate Fiorentina 2024, che ha accompagnato, in questa attesa, per cinque giorni il pubblico fiorentino e non solo, dal 25 al 29 giugno, con più di 500 spettatori.

Aspettando il Tour si è svolta in Piazza Ognissanti, dove, per la prima volta, è stata realizzata un'arena per le proiezioni all’aperto. Cinque film, scelti con cura, che hanno visto al centro il ciclismo e la bicicletta, accompagnati da presentazioni, letture, contributi di ospiti italiani e internazionali. Proiezioni rivolte, anche, a chi non necessariamente fosse fan dei velocipedi: film d’animazione, documentari, un classico di Totò e un inedito, La Grande boucle. Ci sono state anche presentazioni di libri come Stendhal in bicicletta. Itinerari cicloturistici d'autore e bike economy, edito da Il Sole 24 ore, alla presenza dell'autore, il giornalista, cicloviaggiatore Manlio Pisu; letture in francese e italiano di brani letterari sul ciclismo, a cura della Librerie Francese e della Mediateca dell'Istituto Francese di Firenze. L'inaugurazione ha visto come protagonisti il gruppo di appassionati ciclisti la Brigata Malabrocca, che si ispira al ciclista, Luigi Malabrocca, che vinse ben due maglie nere all'epoca di Coppi. Tra gli ospiti, che hanno preso parte alle varie serate, ricordiamo anche il regista lituano Arūnas Matelis, autore di Wonderful Losers: a Different World, documentario sulle figure dei più importanti gregari della storia del ciclismo - prodotto da studio Nominum (Lituania), Stefilm (Italia), Valentina Quinn - insieme alla campionessa Edita Pučinskaitė, pluripremiata vincitrice del Tour de France e del Giro d'Italia, che ha collaborato alla stesura del film.

“Il pubblico - racconta Francesco Ranieri Martinotti, direttore di France Odeon - ha apprezzato la rassegna che per pochissimi giorni ha creato un'abitudine a utilizzare la piazza Ognissanti come luogo di cinema e cultura. È interessante anche la saldatura tra pubblico di cinefili e quello degli amanti del ciclismo che hanno partecipato alle proiezioni seduti gomito a gomito. France Odeon e l'Istituto Francese Italia ringraziano il main sponsor BRT, il comune di Firenze, l'Ambasciata di Francia e la Librairie Française de Florence.”

L’ultima serata, sabato 29 giugno, si è svolta invece, al Piazzale degli Uffizi all'arena Apriti Cinema con una vera chicca del cinema francese, Jour de fête, film d'esordio di Jacques Tati.

Il Console di Francia, signor Guillaume Rousson, ricorda che Les triplettes de Belleville e Jour de fête sono disponibili al prestito alla mediateca dell'Istituto Francese.

“Siamo molto fieri - dichiara l'Institut Français Italia – di aver potuto offrire queste cinque serate al pubblico fiorentino, nell’ambito del momento storico rappresentato dalla Grande Partenza del Tour de France.”