Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

  • Categoria: Attualità
  • Visite: 502

Franceschini la televisione può fare moltissimo per promuovere la lettura

Firmato Patto per Lettura con Rai, Mediaset, La7, Sky e Discovery

LAPILLI Logo MiBACT 250Il ministro dei Beni e Attività Culturali e Turismo, Dario Franceschini, ha firmato questa mattina a Roma il 'Patto per la Lettura' con il direttore generale Rai, Antonio Campo Dall'Orto, il presidente Mediaset Fedele Confalonieri, l'ad de La7 Marco Ghigliani, l'Executive Vice President  Sky Italia, Frederic Michel e il direttore Generale Discovery Italia Marinella Soldi. “Abbiamo belle trasmissioni per lettori forti, ma l'esigenza principale è arrivare a chi non legge. "Leggere - ha spiegato il ministro - fa bene alla mente e all'anima. La tv può fare moltissimo per i giovani ma non soltanto per loro". Quello che abbiamo firmato oggi – ha proseguito il Ministro Franceschini – è un atto molto concreto. È la prima volta che tutte le televisioni si siedono intorno ad un tavolo e s’impegnano concretamente per creare occasioni di promozione della lettura e dei libri all'interno di ogni genere di programma”. Per i Governo la giornata di oggi è una giornata molto importante”. Tra i punti più importanti del patto, l'impegno delle tv di pubblicizzare e diffondere i progetti nazionali di promozione della lettura realizzati del Centro per il libro e la lettura al fine di informare e coinvolgere il maggior numero possibile di cittadini, di promuovere e valorizzare la letteratura specifica per bambini e ragazzi attraverso programmi e format rivolti ai più giovani, di creare occasioni di promozione della lettura e dei libri all’interno di ogni genere di programmae non esclusivamente nei contenitori culturali, di realizzare contenuti dedicati alla promozione della lettura in un’ottica multipiattaformaallo scopo di creare un’interazione con i nuovi media digitali e i social network; di creare e sviluppare approfondimenti e progetti sui più importanti appuntamenti italiani legati ad autori, titoli, generi e festival e di valorizzare la memoria dei grandi autori della letteratura italiana in particolar modo in occasione di anniversari e ricorrenze. Il patto della lettura è consultabile sul sito www. beniculturali.it.