Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

  • Categoria: Europa
  • Visite: 637

100 milioni di euro di finanziamenti dell'UE per intensificare la cooperazione alla frontiera italo-svizzera

La Commissione europea ha adottato il programma "interreg" 2014-2020 per l'Italia e la Svizzera del valore di circa 118 milioni di EUR, dei quali più di 100 milioni di EUR provengono dal Fondo europeo di sviluppo regionale.

LAPILLI LOGO Comm. EU ottobre 2013 250Bruxelles, 24/11/2015. Il programma è imperniato sull'incentivazione dell'economia locale nelle regioni frontaliere, sul miglioramento della connettività attraverso investimenti nel trasporto verde e la promozione dell'inclusione sociale.

Corina Crețu, Commissaria responsabile per la Politica regionale, ha affermato: "I nostri programmi interreg danno un'immagine tangibile del valore aggiunto recato dall'UE poiché aiutano le regioni e i paesi a mettere in comune le loro risorse per affrontare sfide comuni. L'Italia e la Svizzera trarranno entrambe beneficio da una più stretta cooperazione in modo da generare una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva."

Il programma sosterrà l'attuazione della strategia dell'UE per la Regione alpina (EUSALP), che verrà avviata ufficialmente nel gennaio 2016.

Contesto:

Le regioni, le province ed i cantoni coinvolte nel programma "Interreg V-A Italia-Svizzera" sono:

In Italia (livello NUTS 3): Vercelli, Biella, Verbano-Cusio-Ossola, Novara, Valle d’Aosta, Varese, Como, Lecco, Sondrio, Provincia autonoma di Bolzano.

In Svizzera: Vallese, Grigioni, Ticino.

Il programma è articolato nelle seguenti cinque priorità.

1. Competitività economica. Il programma mira a migliorare la cooperazione transfrontaliera tra le imprese.

2. Promozione del patrimonio naturale e culturale. Il programma incoraggerà l'uso e lo sviluppo integrati delle risorse naturali e culturali e cercherà un modo sostenibile per valorizzare la ricchezza dello spazio alpino.

3. Mobilità integrata e sostenibile. Il programma intende identificare soluzioni di trasporto nuove e più efficienti, nonché reti multimodali per migliorare la qualità della connettività transfrontaliera.

4. Inclusione sociale. Miglioramento della qualità dell'assistenza sanitaria, dell'istruzione e dei servizi sociali.

5. Rafforzamento della governance transfrontaliera.

 Bilancio complessivo del programma di cooperazione transfrontaliera: 117 907 611 EUR

Contributo totale dell'UE (FESR – Fondo europeo di sviluppo regionale): 100 221 466 EUR

Per ulteriori informazioni:

http://www.interreg-italiasvizzera.it/2014

Twitter: @EU_Regional / @CorinaCretuEU

#CohesionPolicy #EUCBC #Interreg #EUmyRegion