Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

  • Categoria: Europa
  • Visite: 470

In vista del vertice di Granada, la Commissione fa il punto sui risultati ottenuti e individua i settori in cui è necessario intervenire per costruire un'Europa più resiliente, competitiva e sostenibile

In vista del vertice di Granada, la Commissione fa il punto sui risultati ottenuti e individua i settori in cui è necessario intervenire per costruire un'Europa più resiliente, competitiva e sostenibile

 

LAPILLI LOGO Comm. EU ottobre 2013 250In una comunicazione adottata oggi la Commissione presenta un contributo al dibattito dei leader che si terrà prossimamente a Granada. La discussione riguarderà l'approccio, orientato al futuro, all'autonomia strategica aperta dell'UE e agli obiettivi prioritari dell'UE negli anni a venire. La Commissione fa il punto sui risultati ottenuti e sulle sfide rimanenti per costruire un'economia più resiliente, competitiva e sostenibile, per proteggere i cittadini dell'UE e garantirne il benessere. Il testo fa seguito alla dichiarazione di Versailles adottata dai leader dell'UE l’11 marzo 2022.

La comunicazione indica settori specifici in cui sono necessari maggiori sforzi, come la costruzione di un mercato unico più innovativo e interconnesso, la salvaguardia della coesione interna, la promozione di alleanze con i partner internazionali e lo sviluppo delle capacità dell'UE in qualità di garante della sicurezza dei cittadini e della regione. L'Unione deve continuare ad adoperarsi per ridurre i rischi e rafforzare la propria base economica e industriale, proteggendo al contempo la propria sicurezza economica e il proprio modello sociale, unico nel suo genere.

Ursula von der Leyen, Presidente della Commissione europea, ha dichiarato: "L'Europa ha reagito in modo deciso a un contesto economico e geopolitico in rapido mutamento. La nuova realtà richiede di rafforzare la nostra capacità di proteggere gli interessi strategici dell'Europa e di garantire sicurezza ai nostri cittadini e partner. Da Versailles, l'UE ha mantenuto la propria rotta e ha trasformato la propria economia rendendola più resiliente, competitiva e sostenibile. Continueremo a restare uniti e ad approfondire ulteriormente il legame con i nostri partner e con coloro che condividono le nostre preoccupazioni e i nostri interessi."

Il 10 e 11 marzo 2022 i capi di Stato o di governo dell'UE si sono riuniti a Versailles, dove si sono impegnati ad assumersi maggiori responsabilità per la sicurezza dell’UE, a rafforzare le capacità di difesa e ad adottare ulteriori misure per costruire la sovranità europea, diminuire le situazioni di dipendenza e progettare un nuovo modello di crescita e investimento. La riunione informale dei capi di Stato e di governo dell'UE si terrà a Granada il 6 ottobre.