Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

  • Categoria: Appuntamenti
  • Visite: 283

A Bacoli MUSICODROMO - FUCINA CREATIVA

MUSICODROMO - FUCINA CREATIVA 

Musica – Laboratori per bambini – Stand Enogastronimici - Dibattiti

29 settembre Villa Comunale di Bacoli 
Start ore 17.30: ingresso ed attività gratuite

prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

MSP Foto 250“Meno smartphone più interazioni e spazio libero all’immaginazione…” è stato questo il principio ispiratore de “Il Musicodromo - Fucina Creativa”l’iniziativa promossa e realizzata dall’Associazione Culturale MSP (Musica e Spettacoli) che si terrà venerdì 29 settembre nella Villa Comunale di Bacoli. 

La giornata (inizio ore 17.30) si presenta con un ampio programma di attività pensato per le famiglie con tante attrazioni per grandi e piccini: musica dal vivo, laboratori creativi, ma soprattutto momenti di approfondimento sulla relazione tra i bambini e gli smartphone. A condurre l’evento, l’attore napoletano ed influencer Luigi Di Razza.

I bambini che parteciperanno all’evento saranno accolti dai punti lettura promossi dall’Associazione Nati per Leggere, potranno come una vera Orchestra, divertirsi a sonorizzare un noto brano di musica classica utilizzando lo strumentario Orff e la body percussion con la PianoPiano Music SchoolTonia Illiano curerà un laboratorio di Cianotipia in cui i bambini potranno toccare con mano un’antica tecnica di stampa e sperimenteranno con Ludobus Gioca Ora la forza della creatività nella realizzazione di giochi con materiali di riciclo. Ed ancora: Yoga per bambini, laboratorio di CicloOfficina, spazio Beauty Farm per piccoli a cura di Cosmetica Felgrea, Tiro con l’Arco, Scherma, Tiro al Bersaglio, e laboratori di creatività e manipolazione a cura di Arcobaleno Animation.

Dalle 20 poi spazio alla musica dal vivo con artisti tra i più seguiti della scena musicale partenopea: AfterSat, Peppoh, Valerio Jovine, Nicola Caso, Andrea Tartaglia, Daniele Sepe.

“L’idea di organizzare questo evento - spiega Bruna Manfredonia, Presidente dell’Associazione Culturale MSP - ci è venuta come genitori prim’ancora che in qualità di operatori sociali e culturali. Abbiamo immaginato una giornata di dis-connessione per tornare ad essere connessi con quelle che riteniamo essere le giuste vibrazioni. Crediamo fortemente che attualmente i bambini facciano un uso improprio di tutti i dispositivi elettronici, mi capita di vedere anche neonati intrattenuti con lo smartphone. Questa giornata nasce per ribadire che lo stare insieme in forma semplice e genuina, con giochi all’aria aperta e buona musica, sia il modo migliore per crescere bambini creativi, reattivi, curiosi e sani”. “La nostra - conclude Manfredonia- è un’iniziativa pensata per i bambini, ma che vuole lanciare un messaggio ai genitori; ci auguriamo sia la prima di una lunga serie di appuntamenti”. 

Esistano diverse evidenze scientifiche sulle problematiche connesse allo Screen-Time, ovvero il tempo trascorso davanti a uno schermo sia esso di uno smartphone, di un tablet o di un videogioco. Se, infatti, un utilizzo moderato dei device può essere positivo per il benessere dei giovani, favorendo anche le capacità di apprendimento, l’ “abuso di smartphone” favorisce sedentarietà e il sovrappeso, riduce le ore di sonno e può comportare anche ritardo del linguaggio nei più piccoli. E proprio nei piccolissimi scatta l’allarme: l’80% dei bambini al di sotto dei 2 anni utilizza congegni elettronici. 

Ad approfondire questo delicato tema la psicologa Francesca Biondi che salirà sul palco per rifletterne insieme alle famiglie: “Il consiglio è quello di regalare il più tardi possibile uno smartphone ai bambini; oramai già alle elementari tutti i bambini hanno il telefonino, mentre ritengo che sia opportuno attendere almeno l’inizio della scuola media e non prima di aver fatto un lavoro di “contrattualizzazione” rispetto al come e quanto usare il cellulare. A questa età, il genitore ha il dovere di accedere al cellulare del figlio e vedere cosa accade, mentre a partire dalle scuole superiori questi vincoli vanno abbandonati man mano che cresce la fiducia e il senso di responsabilità”.

“Il problema non è solo legato ai contenuti i cui effetti possiamo tutti immaginare - continua la Dott.ssa Biondi - ma quello su cui i genitori devono riflettere è che attraverso lo smartphone delegano l’intrattenimento del bambino: pensiamo alla differenza tra leggere una favola della buonanotte e lasciare che il bambino l’ascolti da solo, sul cellulare. Ancora, basti pensare quante volte al ristorante vediamo bambini coi telefonini, semplicemente per non farli annoiare: i bambini, invece, devono conoscere anche la noia perché, annoiandosi aguzzano l’ingegno, fantasia e creatività”.

EVENTO REALIZZATO GRAZIE AL CONTRUBITO DEGLI SPONSOR:, – PLC CITY -IMPEDIL DI DI MEO GIANLUCA – FONDI DI BAIA – NATO LAVORATORIO – ECOPOWER ARTINAUTICA – RISPOSTA SOLUZIONI IMMOBILIARI – FLEGREO HUB – – GE.DA - SOLE GROUP - F.LLI SCOTTO – SUNRISE - NEW VERDE SRL - BANCO DEI FIORI-UNION, EVENTO PATROCINATO DA:, ENTE PARCO CAMPI FLEGREI – COMUNE DI BACOLI – FONDAZIONE CAMPANIA WELFARE

Per partecipare ai laboratori è necessario prenotarsi inviando una mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.