Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

  • Categoria: Attualità
  • Visite: 680

Torre del Greco: Operazione Ferragosto Sicuro

1530Nell’ambito della complessa operazione nazionale Mare Sicuro 2015, la Capitaneria di Porto di Torre del Greco ha indetto un tavolo di coordinamento operativo in previsione del weekend di ferragosto finalizzato a definire un rafforzato dispositivo di sicurezza e prevenzione a garanzia dell’ordinato svolgimento delle attività balneari lungo il litorale nonché a salvaguardia della vita umana in mare della sicurezza della navigazione, ed a tutela e difesa dell’ambiente e del delicato ecosistema marino/costiero dei territori.
L’odierno summit, che ha visto la partecipazione dei Locali Comandi di Polizia Municipale ricadenti nell’ambito del Compartimento Marittimo di Torre del Greco (Portici, Ercolano, Torre del Greco), oltre che delle locali Associazioni di volontariato di Protezione Civile (Associazione Nazionale Vigili del Fuoco in Congedo – Centro Italiano Protezione Civile Torre del Greco – Croce Turris), ha posto le basi per far fronte al maggior afflusso di bagnanti che il prossimo weekend andrà ad affollare il litorale vesuviano che già sconta tra i più alti indici europei di densità abitativa per chilometro quadrato.
Il vertice, che si inserisce in un più ampio e già consolidato percorso di cooperazione avviato sin dall’inizio ella corrente stagione estiva, in considerazione delle caratteristiche del tratto di costa interessato, ha previsto un rafforzamento della Task Force attraverso un meccanismo di vigilanza e controllo sia a mare che a terra:
• due i mezzi navali impiegati per l’intero weekend, che opereranno secondo una pianificata attività di pattugliamento tale da coprire l’intero litorale di giurisdizione che si estende da Portici a Torre del Greco, con uscite cadenzate nei periodi più caldi della giornata;
• a terra, sarà impiegata un team di pattugliamento suddiviso in varie squadre che vedrà la partecipazione complessiva di circa trenta uomini tra Guardia Costiera e Polizie Locali;
• le locali associazioni di volontariato di protezione civile, sotto il coordinamento della Sala Operativa della Capitaneria di Porto di Torre del Greco, garantiranno un servizio civico di assistenza ai bagnati laddove dovessero registrarsi problematiche di carattere sanitario, come ad esempio malori etc., altresì mettendo a disposizione specifiche unità nautiche pronte a supportare i mezzi della Guardia Costiera in caso di emergenza.
Sarà oltretutto prevista la presenza costante di un Autoambulanza in assetto rinforzato lungo la litoranea di Torre del Greco.
• inoltre, anche in considerazione delle attuali criticità idrogeologiche che stanno interessando in questi giorni i territori del litorale vesuviano, sono state altresì delineate e discusse modalità d’intervento in caso di eventuale presenza di condizioni meteo avverse (improvvise e di forte intensità) a cui potrebbero ricollegarsi esigenze di ordine pubblico;
• analoga attenzione verrà poi rivolta alle zone demaniali marittime interdette alla pubblica fruizione perché interessate da fenomeni franosi, nonché ai tratti di spiagge libere non presidiati, anche ai fini della verifica della sussistenza della prescritta segnaletica monitoria in loco.

Il coordinamento dell’intero assetto operativo sarà gestito dalla Sala Operativa della Capitaneria Di Porto di Torre del Greco, che per il caso specifico ha previsto un rafforzamento dei turni di guardia del personale ivi destinato.
Si ricorda, infine, che in caso di emergenza in mare è sempre attivo su tutto il territorio nazionale il “Numero Blu 1530”, un servizio gratuito per il cittadino, grazie al quale è possibile comunicare con il Comando delle Capitanerie più prossimo alla località da cui viene effettuata la chiamata di emergenza, anche se questa viene effettuata da telefonia mobile.