Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Intervento finale del Presidente Vincenzo Tota della Compagnia dell’Eclissi organizzatrice del Festival Nazionale XS città di Salerno

vincenzo totaÈ bastato un applauso, una chiusura di sipario e subito sono stato promosso. Manco dirigente.  Addirittura presidente! Un bravo presidente la prima cosa che fa è ringraziare tutti quelli che ci hanno permesso di esistere e di resistere. Scusate se leggo ma non ho una buona memori (ha appena finito di recitare un pezzo impegnativo di Aldo Nicolay “La Signora ed il funzionario” quindi di memoria ne ha (N.d.r) eccome. Come prima cosa voglio leggere il messaggio di Peppe Barra che ha inviato per l’11 Festival. “Miei cari amici della Compagnia Teatrale l’Eclissi, se dovessi rinascere sono certo che tornerei a fare l’attore perché, dopo una lunga vita trascorsa nel teatro, sentirei ancora quel bisogno di immergermi quotidianamente in questo mondo meraviglioso. Auguro a tutti voi lunga vita e di percorrere sempre una strada fatta di successi, applausi e luce. Con amore, Peppe Barra”. 

Vado in modo random cominciando con il ringraziare le otto compagnie finaliste che hanno dato vita ad una delle migliori edizioni del Festival Nazionale di Teatro XS Città di Salerno. È vero? Questi sono gli applausi dei 77 abbonati a cui va il secondo ringraziamento perché ci hanno consentito di avere sempre il teatro pieno e perché con i loro soldini hanno finanziato il 65 per cento del festival.  Ringrazio il Soroptimist International club Salerno che in modo sostanzioso ci affianca sin dalla prima edizione; mai avrebbero pensato che saremmo arrivati fino all’ undicesima edizione se no, forse, ci pensavano due volte. Un ringraziamento doveroso va alla Fondazione Carisal che ha riconosciuto il nostro festival meritevole di contributo. Grazie all’ingegner Giulio Salvatore, Consigliere d’Amministrazione della Fondazione per la sua presenza. Ringrazio la UILT Campania, rappresentata dal Presidente Orazio Picella, che ci aiuta a colmare, in parte, i nostri buchi di bilancio. Grazie anche alla Cooperativa culturale La Cantina delle Arti organizzatrice del Festival Monodrama il cui vincitore ha partecipato di diritto al Festival XS. Ringrazio Nicola Annunziata, preside dell'istituto superiore statale Genovesi da Vinci. L’Istituto, che ci ospita, come sapete, è nostro partner insostituibile. Ringrazio le autorità presenti, i componenti le giurie coordinate da Marcello Andria; Roberto Lombardi per  la realizzazione delle sculture che saranno consegnate ai premiati; Maurizio Mansi per le foto; Dadadago, Marisa Paladino e Maria Serritiello per le puntuali e seguitissime recensioni pubblicate dai periodici di Informazione, Spettacolo e Cultura Oltrecultura e  Lapilli; i nostri sostenitori privati: le famiglie Guglielmi-Reale di Lecce, la famiglia Tortora-Tota, Mariella Santorufo, Carmine/Antonio D'Auria. Valeria, per la grazia e Carmine per l’attenzione con cui hanno accolto il pubblico in sala. Ringrazio il Virtuoso, per l'abituale buffet di fine festival e il Preside dell’Istituto Gianfranco Casaburi che lo dirige.
Ringrazio  Concita De Luca, nostro addetto stampa e storica conduttrice della serata finale.

Il ringraziamento più grande va ad Angela Guerra che con il suo garbo, la sua simpatia, la sua indiscussa capacità organizzativa e i suoi squisiti cioccolatini ha riscosso l'apprezzamento e l'affetto di tutti: compagnie e pubblico compresi. Ringrazio il Padreterno per averci dato la forza di portare a termine pure questa undicesima edizione.

Maria Serritiello